Mens Sana Scherma: inizia ufficialmente la stagione sportiva della nuova sezione biancoverde

Presentato lo staff e gli atleti della sezione Scherma alla presenza di alcuni ospiti d’eccezione come Margherita Zalaffi e Domenico Cassina, presidente del Comitato Regionale

Siena. Inizia il percorso della sezione Scherma della Polisportiva Mens Sana 1871 che ieri, martedì 10 ottobre, ha presentato il nuovo staff e tutti gli atleti che prenderanno parte alla stagione sportiva 2023/2024. Un ritorno in casa Mens Sana, accompagnato dalla presenza di alcuni ospiti d’eccezione tra cui Margherita Zalaffi, campionessa olimpionica ed ex atleta biancoverde, il fratello Alessandro Zalaffi, maestro di scherma e Domenico Cassina, presidente del comitato regionale scherma. Quello tra la disciplina della Scherma e la Polisportiva non è un benvenuto ma un ben tornato. Infatti, questa nobile arte è sempre stata all’interno della Mens Sana, addirittura dai primi anni del ‘900, quando la Scherma divenne la seconda disciplina praticata all’interno dell’Associazione Ginnastica Senese. Negli anni ’90 la scherma torna alla Mens Sana sotto la guida del maestro Alessandro Zalaffi e di Roberto Zalaffi, rispettivamente fratello e padre della 5 volte olimpionica Margherita Zalaffi. 

“Siamo orgogliosi – commenta Antonio Saccone, presidente della Polisportiva Mens Sana 1871 – di dare inizio a questo nuovo capitolo. Il ritorno della scherma è sicuramente sinonimo di crescita e di volontà di continuare ad accrescere l’offerta della Polisportiva. In questo luogo tramandiamo i valori dello sport da oltre 150 anni e vogliamo continuare a essere un punto di riferimento per la nostra città. Ringrazio il comitato regionale scherma per la sua presenza e per il sostegno che ha dato alla Polisportiva affinché la sezione possa iniziare il suo percorso agonistico”.

“È una grande soddisfazione – spiega Eleonora Pieracciani, direttore di sezione – oltre che emozione poter tornare dopo tanti anni su queste pedane, sulle quali ho iniziato ad amare la scherma proprio grazie alla famiglia Zalaffi e in particolar modo a Margherita, che mi entusiasmò il suo oro alle Olimpiadi di Barcellona 1992. Il mio augurio ai nuovi atleti e l’obiettivo di noi tecnici è quello di riuscire a tramandare questa passione così come Alessandro, Margherita e il padre Roberto Claudio hanno fatto con me”.

“Ogni nuova società – osserva Domenico Cassina, presidente del Comitato Regionale – che si affaccia nel nostro comitato è un segnale della vitalità del movimento. Se poi il nome ‘nuovo’ è in realtà un ritorno peraltro legato a una polisportiva gloriosa, la soddisfazione è anche maggiore. La Mens Sana negli anni ‘90 è stata una realtà importante nella scherma Toscana e sono certo che anche questa seconda vita della scherma biancoverde sarà ricca di soddisfazioni. Auguro un buon lavoro dando appuntamento sulle nostre pedane”.

“Sono emozionata – osserva Margherita Zalaffi – all’idea che si riapra la sezione di scherma che aveva creato mio padre Roberto insieme a mio fratello Alessandro. Ci avevano dedicato tanto tempo ed è stato un punto di ritrovo e crescita per i ragazzi, il principio della Mens Sana scherma è che ognuno possa migliorarsi. Mi auguro che possa esserci continuità in questo ideale e che permetta ai giovani senesi di appassionarsi al meraviglioso mondo della scherma. Ringrazio gli ex allievi ai quali mio padre e mio fratello hanno insegnato per anni , riuscendo a riaprire la sezione  a distanza di tanto tempo”.

La sezione. La scherma torna alla Polisportiva con un nuovo staff tecnico composto dal direttore di sezione, Eleonora Pieracciani, il direttore tecnico David Burroni e dai maestri Lorenzo Toracca e Giovanna Maria Dimitri. Capitolo che si apre già con 22 atleti iscritti, 12 giovani biancoverdi non agonisti e 10 atleti agonisti, pronti a salire in pedana per portare in alto i colori biancoverdi nei prossimi appuntamenti sportivi. Vista la grande esperienza nella specialità, la Mens Sana Scherma praticherà, inizialmente, solo la spada e lo farà utilizzando una tecnologia all’avanguardia in grado di simulare una pedana alla perfezione.