Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com: «Italia spaccata meteorologicamente in due, con forti temporali, nubifragi e allagamenti al Nord (a Milano in una notte la pioggia di un mese, con esondazione del Lambro e Seveso), mentre in Sicilia sono stati battuti diversi record di caldo per maggio. Anche nel weekend acquazzoni sparsi al Nord, caldo africano al Sud».

A Milano in una notte la pioggia di un mese

Come nelle attese è stata una notte di nubifragi e forti temporali al Nord «colpa di una perturbazione in arrivo dalla Spagna che è stata alimentata da aria molto calda e umida. Abbiamo avuto così temporali anche di forte intensità con grandine e colpi di vento in particolare su Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia occidentale e sul Triveneto. Colpita particolarmente duro Milano, dove in una sola notte sono caduti picchi di 120-140mm, ovvero ben oltre la pioggia media attesa in tutto il mese di maggio (95mm), con esondazione di Lambro e Seveso, allagamenti, blackout e tanti disagi. Grandinate e allagamenti hanno interessato anche Piemonte (in particolare l’alessandrino), piacentino, parmense, mantovano, veronese e vicentino, con picchi puviometrici localmente superiori ai 40mm».

Caldo africano e incendi al Sud

«Nel frattempo il Sud è stato interessato da una intensa ondata di caldo africano, tanto che per due giorni consecutivi sono stati battuti i record di maggio su diverse aree della Sicilia – osserva Ferrara di 3bmeteo.com – Alla sede Cnr di Palermo sono stati registrati 40.3°C: record a Palermo Boccadifalco con 38.9°C, record anche a Punta Raisi con 39.4°C (precedente record 38.9 nel maggio 2008) e pure a Ustica con 32.2°C (precedente record 32.°C). Punte di oltre 35-36°C sono state raggiunte anche in Campania, Calabria, Basilicata e Puglia. Da segnalare inoltre il vento forte di Scirocco, con raffiche anche di oltre 70-80km/h in particolare su messinese tirrenico e sul barese, con ingenti danni a coltivazioni e vigneti, fino a 100km/h in Appennino. A questo si sono aggiunti anche gli incendi, in particolare tra Sicilia e Calabria, tra i più gravi quello sulla A20 Messina-Palermo con evacuazioni a Spadafora».

Week end dai due volti: acquazzoni e caldo

«Anche il fine settimana vedrà una Italia divisa meteorologicamente in due: al Nord sono attesi ulteriori rovesci e temporali sparsi, specie sabato, anche se non dovrebbero risultare violenti come quelli della notte scorsa. Occasionali fenomeni potranno interessare anche il Centro dove tuttavia prevarranno condizioni più soleggiate. Al Sud continuerà a fare caldo, con una nuova ondata africana specie tra Sicilia, Calabria, Basilicata e Salento», concludono da 3bmeteo.com.