Miriam Lacerenza di Prato, con il racconto “L’aerodinamica del bombo”, è la vincitrice della seconda edizione del premio letterario “Racconami una storia” promosso e organizzato da Eccoci cooperativa sociale.

Con la cerimonia di premiazione fissata venerdì 31 luglio alle 18,30 al giardino Buonamici (piazza Buonamici a Prato), si concluderà una lunghissima edizione 2019 del premio.

Al secondo posto si è classificata Giusy Caminiti di Prato e al terzo Maria Serena Quercioli di Carmignano, per un podio tutto al femminile e, quest’anno, tutto toscano dopo il successo di Imma di Nardo di Corsico (Milano) nella prima edizione.

Le opere delle prime tre classificate e di altri 22 partecipanti che hanno inviato i loro racconti da tutta Italia sono state raccolte in un’antologia, così come lo scorso anno, che sarà presentata nel corso della premiazione di venerdì.

È stata un’edizione lunga. Stante l’emergenza sanitaria, la giuria presieduta da Ilaria Bugetti e composta da Simone Mangani, Simone Barni (il Comune di Prato è patrocinante e Publiacqua è sponsor del premio), Fabio Barni, Alessandro Bicci, Leonardo Panerati e Fulvia Innocenti ha lavorato in modalità smart, ritrovandosi alla fine per sancire il verdetto.

I giurati hanno lavorato su 25 racconti, selezionati nei mesi scorsi attraverso il voto online. Una volta prescelti dal pubblico della rete e pubblicati su Paese Sera Toscana, i racconti hanno poi ricevuto una seconda e definitiva valutazione, da parte della giuria.