Muore un fiorentino e 7 nuovi contagi per il coronavirus in Toscana

Numeri di fine emergenza per il coronavirus in Toscana. Una persona è deceduta e altre sette sono state trovate positive nelle ultime 24 ore. I guariti aumentano ma di 17 unità. Questi i dati che, pur suscettibili di variazioni di giorno in giorno, restituiscono un quadro decisamente migliore rispetto ai mesi scorsi.

Dall’inizio dell’epidemia, in Toscana sono 10.165 i casi di positività al cronavirus, 7 in più rispetto a ieri. Sono 3.497 i casi complessivi a oggi a Firenze (5 in più rispetto a ieri), 569 a Prato, 679 a Pistoia (1 in più), 1.051 a Massa, 1.366 a Lucca, 897 a Pisa, 557 a Livorno, 679 ad Arezzo (1 in più), 441 a Siena, 429 a Grosseto.

Ancora 460 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (meno 4 rispetto a ieri, meno 0,9%). Sono 3.334 (meno 36 rispetto a ieri, meno 1,1%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 1.360, Nord Ovest 1.914, Sud Est 60).

Riprendono a ridursi le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid-19, che oggi sono complessivamente 50, 7 in meno di ieri (meno 12,3%) di cui 14 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 6,7%). È il punto più basso dal 9 marzo 2020 per le terapie intensive. È il punto più basso raggiunto dal 6 marzo 2020 per i ricoveri totali.

Le persone complessivamente guarite salgono a 8.575 (più 17 rispetto a ieri, più 0,2%): 665 persone “clinicamente guarite” (meno 62 rispetto a ieri, meno 8,5%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 7.910 (più 79 rispetto a ieri, più 1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Si registra come detto un nuovo decesso: un uomo di 70 anni residente in provincia di Firenze.