Pastasciutta antifascista e gratis domenica a Cantagallo

Premio letterario Raccontami una storia

Sugo di carne o pomodoro e distribuzione gratuita. Alla maniera di Casa Cervi, in ricordo della caduta del regime fascista avvenuta il 24 luglio 1943. Allora fu Alcide Cervi, il papà dei sette fratelli trucidati dai nazifascisti durante la Resistenza, a offire la pastasciutta a tutti. I tempi erano duri ma il fascismo era caduto. E bisognava festeggiare.
Domenica 21 luglio saranno l’Anpi e Legambiente a offrirla a loro volta, sempre a tutti. Sarà la pastasciutta del partigiano, per ricordare il 76° anniversario della caduta del fascismo.

Appuntamento al centro visite della Riserva naturale di Cantagallo. Per partecipare c’è tempo fino al 18 luglio, telefonando a Claudio Maestripieri 339 8523134 o Mauro Bolognesi 335 8182500.
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Istituto Cervi di Gattico e prevede, con un contributo di 10 euro, anche panini con la porchetta, vino, biscottini e vinsanto. La pastasciutta antifascista sarà in ogni caso gratuita.

Durante la serata, che inizierà alle 19,30, sono previsti i saluti dell’amministrazione comunale di Cantagallo e del presidente dell’Anpi locale Mauro Bolognesi, prima dell’intervento dello storico Riccardo Cammelli.