Politiche giovanili: a Bagno a Ripoli torna Cambia-Menti

Il 18 e il 20 maggio il festival organizzato da Comune e Consulta dei giovani col sostegno del Consiglio regionale della Toscana. Il presidente dell’Assemblea legislativa Antonio Mazzeo: “Abbiamo scelto di investire sulle giovani generazioni. Occasione per approfondire i temi chiave per costruire la Toscana del 2050”

di Angela Feo

Firenze – Torna, per il secondo anno consecutivo, ‘Cambia-Menti: capire il presente, costruire il futuro’. Due giornate di cui i giovani, interpreti e voci dello sviluppo territoriale, saranno i protagonisti. Al loro fianco esperti, volontari e professionisti. L’appuntamento è per giovedì 18 al Teatro comunale di Antella e per sabato 20 maggio all’antico Spedale del Bigallo, dove le ragazze e i ragazzi di Bagno a Ripoli, ma non solo, saranno coinvolti in talk e laboratori su tematiche dell’attualità come sostenibilità, lavoro, diritti, transizione digitale ed energetica, economia civile, sviluppo locale, gaming, sport e benessere psicosociale.

Il format è organizzato dal Comune di Bagno a Ripoli e dalla Consulta dei giovani, in collaborazione con la cooperativa sociale Coop.21, e realizzato grazie al contributo del Consiglio regionale della Toscana in attuazione della legge 3 del 2022, nell’ambito del bando per le iniziative di promozione sociale, culturale e di aggregazione rivolte alle nuove generazioni.

“Abbiamo scelto di investire sulle giovani generazioni – ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo – e questo progetto nasce proprio dall’idea di cercare di restituire alle ragazze e ai ragazzi ciò che durante la pandemia non hanno avuto, come la possibilità di creare socialità e di co-progettare insieme a noi il futuro. Questa iniziativa del Comune di Bagno a Ripoli, in cui i protagonisti sono le ragazze e i ragazzi della Consulta dei giovani, coglie in pieno lo spirito della legge regionale per le iniziative di promozione sociale, culturale e di aggregazione, rivolte alle nuove generazioni”. “E’ bello oggi essere qui insieme a loro e al sindaco Casini per presentare questa due giorni – ha aggiunto Mazzeo – che sarà un modo per approfondire parole come ‘diritti’, ‘ambiente’, ‘transizione digitale’. Sono queste, insieme a ‘socialità’, le parole chiave per costruire la Toscana del 2050”.

Obiettivo del format, come ha spiegato il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, “è quello di favorire la partecipazione delle nuove generazioni allo sviluppo della comunità locale”. “Ringraziamo il Consiglio regionale e il suo presidente per il supporto a questa iniziativa – ha aggiunto – nata grazie al lavoro dell’assessorato alle Politiche giovanili e a quello delle ragazze e dei ragazzi della Consulta. Cambia-Menti è un nuovo spazio di confronto e di crescita, personale e collettiva. Una palestra del fare su tanti temi di attualità. Un luogo dove ragazze e ragazzi possono farsi largo diventando protagonisti dello sviluppo sociale dei territori”.

Tra gli ospiti l’ex vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura David Ermini, il portavoce del presidente della Regione Toscana e consigliere speciale a Innovazione e politiche giovanili Bernard Dika, l’ecologista, già vincitore del “Goldman Environmental Prize”, il “Nobel” per l’ambiente, Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Europe, la scrittrice e attivista Giulia Blasi, i volontari di Sos Mediterranee, Dynamo Camp e Psicologi On the Road, il filosofo Nicola Donti, la scrittrice Allegra Salvini e i referenti della società sportiva Centro storico Lebowski.

Le mattine del 18 e del 20 maggio saranno dedicate agli studenti dell’Istituto superiore Gobetti-Volta di Bagno a Ripoli e alle Consulte “gemelle” dell’area fiorentina, mentre i panel del pomeriggio del 20 maggio saranno aperti a tutta la cittadinanza. Al termine delle sessioni si svolgeranno workshop e laboratori finalizzati a sviluppare una riflessione e un pensiero critico con attività interattive e laboratori di progettualità da attuare nella vita di tutti i giorni e nel proprio territorio. Sabato 20 seguirà una serata con cena e musica con Djset.

“I giovani hanno chiare le priorità di oggi e di domani e sanno che ognuna richiede scelte e decisioni complesse – ha dichiarato l’assessore alle Politiche giovanili di Bagno a Ripoli Francesco Pignotti – Per questo hanno deciso di approfondirle chiamando a raccolta esperti e istituzioni, coinvolgendo studenti, coetanei e l’intera comunità. La Consulta è un autentico spazio di partecipazione e mobilitazione giovanile al cui interno tutto questo è possibile”.

“Per la seconda edizione del festival abbiamo pensato in grande – spiega il presidente della Consulta dei Giovani di Bagno a Ripoli, Niccolò Meucci – : realtà virtuose del territorio, relatori ed esperti da tutta Italia sono pronti a dibattere e raccontare le proprie esperienze, mettendo a disposizione dei partecipanti i propri punti di vista, esaltando l’energia giovanile e la voglia di mettersi in gioco per creare un cambiamento reale all’interno della propria comunità e nella vita quotidiana. Alimentando infine la consapevolezza che per essere futuro dobbiamo capire il presente ed esserne protagonisti”.

Il format si svolge grazie al supporto degli sponsor: Nexal, Croce D’Oro di Ponte a Ema, Giovaninizi, Sezione Soci Coop di Bagno a Ripoli, Tecnocasa, l’Angolo Del Caffè e Ottica Vogue, Ge-Group e Dai Colli Fiorentini.

Presente alla conferenza stampa di presentazione in Consiglio regionale anche Corso Petruzzi, il più giovane consigliere del Comune di Bagno a Ripoli.