Per il Ponte di Albiano Magra si procederà con i lavori in somma urgenza. Lo ha deciso oggi il presidente della Regione Enrico Rossi, in veste di commissario straordinario per la ricostruzione del ponte. Rossi ha incontrato il sindaco di Aulla Roberto Valettini, i rappresentanti di Anas in qualità di gestore degli interventi di ricostruzione e del Provveditorato alle opere pubbliche.

La decisione, che sarà formalizzata con un’ordinanza che sarà firmata martedì 11 agosto dopo la presentazione alla conferenza dei servizi per le rampe di accesso in autostrada, si è resa necessaria dopo aver preso atto, ancora una volta, dei grossi disagi descritti dalla popolazione e in particolare dai rischi per la sicurezza che comporta l’assenza di collegamento e quindi l’impossibilità di accesso per i mezzi di servizio come, ad esempio, ambulanze e vigili del fuoco. 

Nel corso dell’incontro si sono valutate le tempistiche offerte dalle procedure ordinarie e, una volta constatato che con quelle norme non si sarebbero potuti avviare i lavori prima del prossimo autunno, si è deciso in maniera concorde fra tutti i soggetti coinvolti di incaricare Anas di attivarsi in somma urgenza. Una strada che si è resa percorribile solo dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 29 luglio scorso, dell’atto di nomina del presidente della Regione a Commissario straordinario da parte del presidente del Consiglio dei ministri. 

Nel corso della riunione di oggi, tenuto conto del buono stato di avanzamento della progettazione per il ponte definitivo, si è stabilito che Anas completi la progettazione entro agosto in modo da convocare la conferenza dei servizi per il ponte definitivo nella prima settimana di settembre.