Annunci
Banner Estra

Popcorn tra acrobazie, colori e birilli, anelli, palle. È lo spettacolo, in estrema sintesi, in programma da venerdì a domenica 9 dicembre al Teatro di Rifredi. Popcorn è anche il primo appuntamento di questa stagione con la rassegna International Visual Theatre.

Lo spettacolo è messo in scena da Les objets voltants, che ricordiamo quattro anni fa nell’applauditissimo Liaison carbone, compagnia francese di punta del Nouveau Cirque, quel circo contemporaneo che, abbandonati tendoni, gabbie e domatori, si apre alla contaminazione con altre arti, la musica, la coreografia, con una drammaturgia e una regia che tessono e definiscono l’atmosfera dello spettacolo.

Per il regista Denis Paumier, Popcorn è la realizzazione del desiderio di creare dal nulla uno spettacolo autentico, senza stravaganze e per realizzarlo ha contattato Jonathan Lardillier e Jean-Baptiste Diot, due allievi della prestigiosa scuola di arti circensi Académie Fratellini. Dopo essersi incontrati, i due virtuosi dell’acrobazia si sono resi conto di avere una comune passione per la cultura degli anni Novanta, quella che ha marcato la fine del secondo millennio. Hanno così deciso di basare il loro lavoro sull’infanzia e i giochi che amavano quando erano ragazzi.
Nasce Popcorn dove due eterni adolescenti, che non hanno proprio voglia di diventare adulti, ci invitano nella loro stanza dei giochi arredata con semplici cubi colorati, luci spot, un televisore d’epoca, cassette Vhs. Mentre dallo stereo risuona musica elettronica, Jean-Baptiste Diot e Jonathan Lardillier si incontrano e si scontrano in un travolgete duello le cui armi sono quelle della giocoleria: 15 anelli, 17 palle e 7 birilli.

«Abbiamo voluto dare al pubblico quello di cui abbiamo tutti bisogno in questo momento, qualche cosa di divertente, impressionante e buffo – racconta Jonathan Lardillier – Ci è parso fondamentale differenziarci dalle rappresentazioni contemporanee dove il rigore e la serietà prendono talvolta il sopravvento sul piacere».

Quello che colpisce in questo stupefacente e scoppiettante duo è la capacità di trasformare quelli che potrebbero essere dei semplici numeri da circo in un’affascinante drammaturgia dei movimenti, dove ritroviamo un’autentica storia di amicizia, fra complicità e dispetti, semplice e divertente, piena di humour per piacere a grandi e piccoli.

PER INFORMAZIONI
055/422.03.61 – www.toscanateatro.it
PREZZI
Ingresso intero € 16,00 – ridotto € 14,00 (più diritti di prevendita)
Teatro di Rifredi via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze tel. 055/422.03.61
Cristina Banchetti ufficiostampa@toscanateatro.it

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]