Pronto il programma di Fantàsia (le foto degli spettacoli)

Premio letterario Raccontami una storia

Programma di Fantàsia pronto e già possiamo godere di un piccolo assaggio, nelle foto, pur parziali e riferite ad altri momenti, che pubblichiamo in coda a questo articolo. Il festival della Fantasia dell’11 e il 12 giugno a Gambassi Terme, in quel ritaglio di splendida natura che è il parco comunale, sta per partire. Ricordiamo subito che con un’email a fantasia@paesesera.prato.it è possibile inviare le filastrocche per vincere un biglietto per partecipare a una rassegna, la prima della serie, destinata a lasciare davvero un bel ricordo, e un arrivederci, in bambini e genitori. Sotto il menù Fantàsia di Paese Sera sono per altro disponibili gli altri articoli che riguardano il festival.

Di seguito, prima delle immagini, riportiamo il programma.

Il Teatro Pampulu Pimpulu

Il nome di questo luogo trae origine da una formula magica che due simpatici gattini insegnarono ad una bambina. La magia del teatro si ripropone con spettacoli che sanno affascinare bambini e grandi: trasformismo sui trampoli, teatro dei burattini, contastorie, teatro d’ombre e tanto altro.

È lo spazio dedicato agli spettacoli degli artisti di strada, corrisponde alla pista da pattinaggio e verrà allestita con sedie e panche per assistere alle rappresentazioni.

 

Sabato 11 Giugno 2016

Ore 17,30

Terzostudio/Italo Pecoretti “Di Pinocchio l’avventura” (dur.45)

Storie di burattini e marionette a tavoletta

La fiaba di Collodi inizia nella “baracca” di Mangiafuoco, una sorta di teatro nel teatro dove Pinocchio, tra rincorse, equivoci, furberie e bastonate, affronterà mille avventure. La figura coinvolgente del contastorie si alterna a quella dei burattini, mettendo in luce l’ambiguità di Pinocchio, sempre diviso tra buoni propositi e continue fughe. Grande divertimento ed autentica paura, rivelano al pubblico dei ragazzi le difficoltà del percorso della vita. Uno spettacolo per tutti.

 

Ore 18,10

Terzostudio/Pietro Rasoti “Alto Livello” (dur. 35’)

Spettacolo di trasformismo e illusionismo su trampoli di grande impatto visivo, unico nel suo genere

Uno spettacolo senza parole tutto improntato al fascino della figurazione, riscuote un grandissimo successo ovunque venga programmato (ha rappresentato l’Italia al festival di Shizouka in Giappone). “Alto Livello” è uno spettacolo senza età che usa la tecnica del trasformismo e dell’illusionismo su trampoli. Un teatro di figura nuovo ed originale dove viene presentata una galleria di suggestivi personaggi umani o animali: la mosca, il cavallo/cavaliere, la medusa, la giraffa, la ballerina, Aladino sul tappeto volante, il nano-funambolo, tutti realizzati con semplici trucchi basati sul prolungamento (o meglio, la deformazione) degli arti. Indimenticabile la metamorfosi ‘a vista’ del bruco che diventa farfalla. Oltre alla suggestione delle figure è molto efficace anche la velocità della trasformazione.

Ideazione, costumi e regia di Luigi Sicuranza con Pietro Rasoti

 

Ore 18,50

Terzostudio/Alessandro Gigli “Teste di legno, storie d’ingegno” (dur. 40’)

“Teste di legno, storie d’ingegno” rappresenta il ritorno di Alessandro Gigli all’animazione delle durissime teste di legno. Una storia semplicissima di amori contesi, di lotte furibonde, sfide terribili, lieto fine. Una storia perfetta nel ritmo, nei tempi di apparizione/sparizione, nell’alternarsi di rincorse e bastonate, tutti elementi che sono poi l’essenza dei burattini in baracca. Come personaggi ci sono padroni e servi, madri possessive e belle fanciulle, l’immancabile coccodrillo e cuori da conquistare. Ad impreziosire lo spettacolo c’è un uso dei giochi di parole, delle assonanze, delle rime, che rappresentano una novità per il teatro in baracca.

“Teste di legno, storie d’ingegno” però, non è soltanto teatro di animazione, solo una parte dello spettacolo si svolge in baracca. C’è un prima e un dopo fatto di storie raccontate, spesso utilizzando a pretesto Pinocchio (quello più crudele della prima edizione di “Storia di un burattino”), accompagnate dal suono dell’organetto di Barberia, illustrate dai quadri che magicamente appaiono aprendo la grande baracca.

C’è da dire che lo spettacolo, se al pubblico è gradito, può durare molto di più, perché l’attività di scrittore e affabulatore di Alessandro Gigli gli consente di spaziare in un repertorio di filastrocche, giochi di parole, storie inedite o rielaborate dalla tradizione, in un clima tipico caro al repertorio popolare.  Con Alessandro Gigli, burattini, oggetti e baracca di Massimo Galletti e Lucia Osellieri, regia di Tomas Jelinek

 

Ore 20,40

Terzostudio/Alessandro Gigli “Teste di legno, storie d’ingegno” (dur. 40’)

 

Ore 21,20

Terzostudio/Pietro Rasoti “Alto Livello” (dur. 35’)

Spettacolo di trasformismo e illusionismo su trampoli di grande impatto visivo, unico nel suo genere

Uno spettacolo senza parole tutto improntato al fascino della figurazione, riscuote un grandissimo successo ovunque venga programmato (ha rappresentato l’Italia al festival di Shizouka in Giappone). “Alto Livello” è uno spettacolo senza età che usa la tecnica del trasformismo e dell’illusionismo su trampoli. Un teatro di figura nuovo ed originale dove viene presentata una galleria di suggestivi personaggi umani o animali: la mosca, il cavallo/cavaliere, la medusa, la giraffa, la ballerina, Aladino sul tappeto volante, il nano-funambolo, tutti realizzati con semplici trucchi basati sul prolungamento (o meglio, la deformazione) degli arti. Indimenticabile la metamorfosi ‘a vista’ del bruco che diventa farfalla. Oltre alla suggestione delle figure è molto efficace anche la velocità della trasformazione.

Ideazione, costumi e regia di Luigi Sicuranza con Pietro Rasoti

 

Ore 22,00

Terzostudio/Italo Pecoretti “Transylvania Circus” (dur.45’)

 

Domenica 12 Giugno 2016

Ore 17,30

Terzostudio/Italo Pecoretti “Di Pinocchio l’avventura” (dur. 30’)

 

Ore 18,10

Terzostudio/Federico Pieri “Visioni d’incanto” (dur. 40’)

 

Ore 19,00

Terzostudio/Alessandro Gigli “Teste di legno, storie d’ingegno” (dur. 40’)

 

Ore 20,40

Terzostudio/Alessandro Gigli “Teste di legno, storie d’ingegno” (dur. 40’)

 

Ore 21,20

Terzostudio/Federico Pieri “Ombre” (dur. 30’)

 

Uno spettacolo incantevole di grande impatto visivo, per il pubblico di  tutte le età e di tutto il mondo

Prendete sei canzoni celebri, accompagnatele con le ombre realizzate a vista soltanto con le mani e

con il corpo, condite con qualche elemento di magia che farà da antipasto ed ecco uno spettacolo leggero, divertente e gustoso. “La gatta” di Gino Paoli, “Moon river” nella versione di Louis Armstrong, la musica di “Psyco” nella mitica scena della doccia, “Over the Rainbow“nella versione di Judy Garland, alle quali si sono aggiunte un omaggio a Charlie Chaplin di “Tempi moderni” ed una divertente e spassosa  “Pantera Rosa.  Musica e immagini scorrono come in una sequenza cinematografica, senza interruzioni, con un montaggio preciso e perfetto. Quindici minuti di incredibile stupore.

 

Ore 22,00

Terzostudio/Italo Pecoretti “Transylvania Circus” (dur.45’)

 

Il Villaggio degli Gnomi

È un percorso che inizia dalla via centrale del Giardino Comunale e conduce allo spazio teatrale in cui si esibirà Lucia Osellieri con la sua casa degli Gnomi. Uno spettacolo di burattini e Contastorie nel cuore del bosco. Un sentiero, che attraversa il villaggio degli gnomi composto da casette realizzate appositamente da esperti artigiani, crea una suggestione fiabesca di questo piccolo mondo.

 

Sabato 11 Giugno 2016

Ore 17,45 – 18,40 -19,30 – 20,30

Lucia Osellieri “La Casa degli Gnomi” (dur. 30’)

 

Vestita in modo buffo, che ricorda i boscaioli della montagna, Lucia si trascina in scena una casetta montata su ruote con le pale di un mulino a vento sulla facciata, è la Casa degli Gnomi. La casa si anima ben presto della vivace presenza dei custodi dei segreti e dei tesori dei boschi. La storia e la casa divengono parallelamente una sorta di giocattolo/scatola che si apre, lasciandosi scoprire a poco a poco, permettendo ai bambini di curiosare nella vita quotidiana di questi personaggi, che spariscono e riappaiono in un felice gioco di scomposizioni. Lucia, dentro la casa, come Alice, ha la capacità di farsi piccola piccola – che è poi la straordinaria dote che le consente di entrare in perfetta sintonia con il pubblico dei bambini – per entrare materialmente nel mondo degli Gnomi, facendosi un tutt’uno con i suoi pupazzi.

Di e con Lucia Osellieri; impianto scenico: William Veliscek, Lucia Osellieri

 

Domenica 12 Giugno 2016

Ore 17,45 – 18,40 -19,30 – 20,30

Lucia Osellieri “La Casa degli Gnomi” (dur. 30’)

 

 

I laboratori del Paese dei Balocchi

Con il Paese dei Balocchi si introduce il famoso tema di Pinocchio. Un luogo per giocare e “baloccarsi dalla mattina alla sera “. Lo spazio sarà allestito con vecchi “ balocchi” di legno con cui i partecipanti a Fantàsia potranno divertirsi e sfidarsi con trenta giochi per tutta la famiglia dell’Ingegneria del buon sollazzo . Nella parte sinistra dello spazio verranno allestite delle pedane da contastorie che vi accompagneranno in un viaggio nei colori di Pinocchio.

 

 

La Radura dei Viaggiatempo

È un’area destinata ad una performance guidata ed interattiva in cui piccoli e grandi viandanti saranno i protagonisti di trame e vicende di vario genere.

I Viaggiatori del Tempo formeranno gruppi di bambini per superare prove, affrontare creature fantastiche e imprevisti, dimostrare le proprie abilità sempre restando uniti…

Non si tratta di uno spettacolo teatrale, ma di un’avventura a tema che ha i meccanismi di un team building formativo a cui potrà partecipare gratuitamente chi si iscrive nell’apposito desk posizionato davanti al tunnel.

Le animazioni avranno la durata di circa mezz’ora variabile sulla tipologia di gruppo, l’età media e l’orario di attuazione.

Le avventure si susseguiranno a rotazione con pause distribuite nell’arco della giornata.

 

Sabato 11 Giugno 2016

Ore 17,15 – 18,15 -19,15 – 20,30 – 21,30 – 22,30

I viaggiatori del tempo, animazione teatrale per circa 30 ragazzi, durata 30 minuti circa.

 

Domenica 12 Giugno 2016

Ore 17,15 – 18,15 -19,15 – 20,30 – 21,30 – 22,30

I viaggiatori del tempo, animazione teatrale per circa 30 ragazzi, durata 30 minuti circa.

 

La Terra di Mezzo

L’ Associazione Tolkien proporrà immagini del viaggio di Frodo all’interno della Trilogia del Signore degli Anelli e condurrà i visitatori in un percorso ideale in queste terre.

 

 

Sabato 11 Giugno 2016

Ore 17,30 – 18,30 -19,30 – 20,15 – 21,15 – 22,15

I viaggiatori del tempo, animazione teatrale per circa 30 ragazzi, durata 30 minuti circa.

 

Domenica 12 Giugno 2016

Ore 17,15 – 18,15 -19,15 – 20,30 – 21,30 – 22,30

I viaggiatori del tempo, animazione teatrale per circa 30 ragazzi, durata 30 minuti circa.

 

 

L’ Angolo di Fifinella

Fifinella è un folletto femminile dispettoso a cui piace molto giocare, infatti presta il suo nome a questo spazio attrezzato normalmente con i giochi tipici dei parchi. Per questi due giorni verrà arricchito dalla presenza di un angolo truccabimbi e da una nuovissima esperienza con il giocoyoga.

 

La Gola di Féldor

Lo spazio sarà allestito da arcieri elfici che recluteranno bambini coraggiosi per allenarli al tiro con l’arco. Sarà gestito fino al tramonto dall’associazione arcieri di Certaldo, che posizionerà sul crinale del monte dei bersagli a cui potranno tirare, sotto supervisione, i visitatori che lo desiderano.

 

Con il calare della notte gli arcieri lasceranno il posto agli Astrofili che orienteranno i loro occhi verso il cielo e, fra stelle e pianeti, ci faranno vivere la magia del creato.

 

 

Il Mercato della Fantasia

È lo spazio dedicato agli artigiani e ai realizzatori di opere di ingegno. Un mercato della Fantasia selezionato scegliendo espositori i cui oggetti hanno in comune l’appartenenza alla dimensione fantasy della festa. Potete trovare strani oggetti per l’abbigliamento, giochi, ceramica, sassi e carte di ispirazione fiabesca.

 

 

La Taverna dei Troll.

Non poteva mancare il cibo, indispensabile per mantenere le forze e continuare a giocare.

Nella Taverna dei Trolls potrete degustare succulente vivande.

 

Di fronte allo spazio degustazione un cantastorie narrerà alcune filastrocche.

 

 

Sabato 11 Giugno 2016

ore 17,15 –  Alessandro Gigli – “Filastrocche da Mangiare”

Filastrocche gastrocomiche in salsa poetica. Nella cultura popolare il tema della fame e del cibo è sempre stato presente nei racconti, nelle fiabe e nelle canzoni, forse perché la fame era una esperienza quotidiana che molti sperimentavano! Esistono due tipi di cibo, quello spirituale e quello materiale: noi uomini del teatro ci preoccupiamo di far cuocere sorrisi e di far ribollire la cultura e la consapevolezza nel calderone dei nostri teatri. Il pane, il latte, l’uova, il vino, i dolci, i vari tipi di pastasciutta, i primi e i contorni sono stati utilizzati e trasformati in filastrocche da mangiare.

 

Domenica 12 Giugno 2016

ore 17,15 –  Alessandro Gigli – “Filastrocche da Mangiare”

 

Il bar della Sorgente delle Fate

Acque cristalline e colorate, bevande dissetanti e dolcetti prelibati preparati dalle delicate manine di fate e silfidi.

 

L’ angolo dei Pony di Eurasia

Il fascino dei pony, utilizzati dai nani negli ultimi episodi di Hobbit, unicorni immaginari per farci sognare di essere principi o cavalieri. I bambini potranno sperimentare il piacere di cavalcare senza paura.

 

 

La via delle Farfalle

È la via centrale del Giardino Co–munale, da cui si ha accesso a molti degli spazi di Fantàsia. Nella via si

esibiranno artisti itineranti: trampolieri, musici e il satiro, insieme alla leggerezza delle bolle di sapone, leggiadre come il battito delle ali di una farfalla.

 

Sabato 11 Giugno 2016

Ore 17,00 – 19,20

Piccola Carovana “Il satiro” (40’)

Compagnia dell’atto comico “Fabulae Jannarae” (40’)

 

Domenica 12 Giugno 2016

Ore 17,00 – 19,20

Piccola Carovana “Il satiro” (40’)

Compagnia dell’atto comico “Fabulae Jannarae” (40’)

 

 

Il Tunnel del Leprecauno

Il Leprecauno è lo gnomo che dà il nome allo spazio che unisce il Tunnel dei Viaggiatempo con il villaggio degli gnomi. I più fortunati forse avranno l’occasione di incontrarlo e di ricevere in regalo una monetina d’oro, sempre che non siano avidi !!!!

 

 

La Porta di Atreyu

La Porta di Atreyu è la porta di ingresso al regno di Fantàsia, per accedervi bisogna oltrepassare il Drago Nero…

 

Sabato 11 Giugno 2016

Dalle ore 17,00

Compagnia del drago nero  “Bestiario”

 

Domenica 12 Giugno 2016

Dalle ore 17,00

Compagnia del drago nero  “Bestiario”