Playlist Koinè

In tempi di Covid-19, le socie della cooperativa Koinè di Arezzo registrano audiolibri su YouTube. Allontanati gli uni dagli altri fisicamente e socialmente, ci viene del resto in soccorso la tecnologia. Mai come in questo periodo.

Koinè, una cooperativa di tipo A di Arezzo, ha creato numerose playlist all’interno del proprio canale YouTube per stare vicino a tutti quei bambini, anziani, persone diversamente abili protagonisti giornalieri nei propri servizi.

Playlist dedicate a loro e prodotte da socie e operatori della cooperativa per far sentire, seppur digitalmente, la propria vicinanza. «Le nostre colleghe delle RSA e delle Cap continuano in un’attività difficile, non solo faticosa ma anche ricca di angoscia – dice la presidente Grazia Faltoni. Le ringrazio per la professionalità e l’umanità che stanno dimostrando. I nostri ospiti sono adesso soli e noi rappresentiamo i loro unici punti di riferimento. Ma vogliamo fare di più e cioè garantirgli sia la possibilità di vedere e parlare con le loro famiglie, sia di avere momenti per non pensare a quanto sta accadendo. E la sospensione delle attività nei servizi dell’infanzia non ha certo interrotto il dialogo tra le nostre operatrici, i bambini e le famiglie».

Audiolibri che partono da Il giro del mondo in 80 giorni a Storie della buonanotte per bambine ribelli di Francesca Cavallo e Elena Favilli, passando per libri dedicati ai più piccoli, i bambini dei nidi Koinè, come Il piccolo bruco Maisazio o Estate con la nuvola Olga. Ad oggi 120 video e audiolibri che vogliono tenere compagnia, far passare più serenamente le giornate restando a casa, e che sono in costante aggiornamento. «Tutto è iniziato al momento della chiusura dei nidi – ricorda il direttore di Koinè, Paolo Peruzzi. Un gruppo di socie ha pensato di agire nel solco del volontariato per realizzare insieme – senza segnare 1 solo minuto di lavoro – audiolibri per gli anziani nelle RSA».

Sei playlist che hanno già ottenute centinaia di visualizzazioni e che ovviamente sono a disposizione di tutti, un modo smart per affrontare insieme queste settimane di isolamento: Nonna Radio, Occhio alle storie, I racconti con le orecchie, Paion novelle, I proverbi dei nonni, Una giornata particolare.

«Questa durissima fase di emergenza – concludono Faltoni e Peruzzi – sta facendo emergere la natura vera delle persone. Le nostre socie si stanno confermando non solo professioniste straordinarie ma anche persone che hanno sempre a cuore le altre persone che normalmente hanno in cura e dalle quali adesso, pensiamo all’infanzia, sono costrette a stare lontane. Essere una cooperativa sociale è essere parte di una comunità. Sempre, ma soprattutto nei momenti più difficili».