Foto di gruppo dei bambini vincitori di Roarr!

Roarr! ha fatto il bis. Ecco i primi premi della seconda edizione

Raccontami una storia premio letterario

Sensibilità ecologica, passione per la raccolte di figurine e sano spirito di competizione: ecco gli ingredienti che hanno decretato il grande successo della seconda edizione di Roarr!, progetto di educazione ambientale promosso da Estra e Straligut Teatro.

Nell’aula magna della scuola media Buricchi di Prato, si è svolta questa mattina la premiazione relativa all’area pratese e sono stati resi pubblici i risultati della gara, con l’assegnazione dei riconoscimenti alle classi vincitrici. Presenti Manuela Berra dell’ufficio stampa e relazioni istituzionali marketing e comunicazione di Estra e Fabrizio Trisciani, direttore artistico di Straligut Teatro.

In provincia di Prato erano in gara 26 classi di 8 scuoledei comuni di Prato e Carmignano. Una sfida a colpi di “ce l’ho” e “ manca”, che ha coinvolto e appassionato migliaia di alunni delle scuole primarie, non solo della provincia di Prato, ma anche di Arezzo, Siena e Ancona impegnati, con le rispettive famiglie, in una caccia al tesoro fotografica. Oggetto del “safari” 50 eco-azioni, buone pratiche a tutela dell’ambiente, con particolare attenzione al risparmio energetico e alla riduzione dei consumi, da fotografare e “incollare” su album virtuali, uno per ciascuna delle classi partecipanti. Ogni eco-azione incollata faceva accumulare punti, così come -novità di quest’anno- le condivisioni sui social network.

Le classi vincitrici

Tanto impegno ed entusiasmo è stato premiato con un ricco catalogo di attività teatrali e ambientali. Le classi che hanno ottenuto i migliori risultati sono state, ex aequo, la 3 A della scuola Mascagni e la 1 A della Iqbal, seconda classificata la 3 A della Iqbal  e terza la 3 E della Scuola Ciliani. Bravissimi anche gli alunni della classe terza della Buricchi.

I premi di Roarr consistevano in laboratori ambientali di Legambiente Prato, attività teatrali di Straligut Teatro e biglietti gratuiti per assistere agli spettacoli di teatro per ragazzi più interessanti a livello nazionale di Fondazione Teatro Metastasio. In totale nelle scuole della provincia di Prato hanno partecipato più di 650 bambini, che hanno scattato più di 4.800 foto di buone azioni amiche dell’ambiente, con il sostegno e l’aiuto concreto delle famiglie e delle insegnanti.

Grande successo ha ottenuto Estraclick, il concorso social realizzato in partnership con Estra, che ha premiato, con buoni per l’acquisto di materiale didattico, le fotografie di azioni amiche dell’ambiente con più like sulla pagina Facebook di Roarr!, raggiungendo 80.000 utenti e producendo più di 29.000 interazioni (commenti, condivisioni e altro).  A Prato grazie ai tantissimi “mi piace” di parenti e amici sono risultati vincitori la 2 C e la 3 A della scuola Mascagni che si sono aggiudicate rispettivamente un buono da 200 euro e da 100 euro.

«Estra è molto fiera di aver saputo cogliere le potenzialità di un progetto nato inizialmente a Siena, la storica iniziativa di teatro e ambiente Can You RePET?, e di aver scommesso sul suo successo in nuovi territori, persino extra Toscana – ha detto il presidente di Estra, Francesco Macrì – E l’edizione appena conclusa dimostra che la scommessa è stata vinta. Roarr è diventato ormai un progetto condiviso tra Straligut e Estra, abbraccia in modo innovativo temi a noi cari, come il risparmio energetico e la tutela dell’ambiente, coinvolgendo le famiglie attraverso un uso intelligente dei social network. Inoltre si rivolge alle prime tre classi della scuola primaria, in continuità con “Energicamente”, la nostra proposta di educazione ambientale per le scuole. Quindi cos’altro dire se non ad maiora».

I numeri non dicono tutto, ma possono dare un ordine di grandezza dei risultati raggiunti dal progetto nelle quattro province coinvolte: complessivamente sono state collezionate 27.000 foto da 3.200 studenti, sono state registrate oltre mezzo milione di visite al sito e 146.000 condivisioni sui social, ad allargare in maniera esponenziale il bacino di persone raggiunte e coinvolte dal progetto.

«Affrontare le complesse problematiche ambientali in chiave ludica e didattica per i bambini è una sfida impegnativa”- ha sottolineato Fabrizio Trisciani. “Roarr! la accoglie e, in maniera innovativa, mira a motivare l’apprendimento e al cambiamento delle nuove generazioni che nella quotidianità già trovano come prospettiva naturale il rispetto dell’ambiente».

Roarr! è stato sostenuto da Comune di Siena, Comune di Monteroni d’Arbia, Regione Toscana e Ministero dei beni e delle attività culturali e patrocinato dai Comuni di Ancona, Arezzo e Prato. Hanno collaborato alla seconda edizione Legambiente Arezzo, Marche e Prato, Rete Teatrale Aretina e  Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata.