Roarr! A scuola si ruggisce per difendere l’ambiente

Premio letterario Raccontami una storia

Più di 3.200 alunni delle scuole primarie delle province di Ancona, Arezzo, Prato e Siena stanno partecipando alla seconda edizione di Roarr! Risparmia, ricicla… ruggisci!
Si tratta di un progetto sul’educazione ambientale ideato da Straligut Teatro e Estra, con un’attenzione particolare al tema del risparmio energetico.

Roarr! è stato presentato questa mattina nella sede di Estra, presenti Fabrizio Trisciani di Straligut Teatro, Francesco Macrì presidente di Estra, Gabriele Berni sindaco di Monteroni d’Arbia e Clio Biondi Santi assessore ai servizi all’infanzia e istruzione del Comune di Siena.

Roarr! è un’appassionante caccia al tesoro ecologica. Le classi hanno 60 giorni di tempo per cercare, con l’aiuto di insegnanti e famiglie, 50 eco-azioni amiche dell’ambiente da fotografare e incollare sul proprio album on-line sul sito www.roarr.it.

La seconda edizione porta con sé, dopo il successo della prima, una importante novità: Roarr! cresce e diventa un progetto interregionale, coinvolgendo la provincia del capoluogo marchigiano, Ancona. Nel complesso, oltre 3.200 alunni di 127 classi già ruggiscono in difesa dell’ambiente insieme al simpatico leoncino simbolo del progetto. Alunni e famiglie si stanno dando battaglia all’ultima foto con grande entusiasmo e sano spirito competitivo:. C’è tempo fino al 31 gennaio per caricare le eco-figurine.

I numeri del progetto notevoli: 18.132 foto già caricate, oltre 290.000 visualizzazioni di pagina, 62.000 condivisioni delle figurine sui social. 500 punti a figurina, 50 a “doppione” e 10 a condivisione: il punteggio raggiunto dalle varie classi darà accesso ad un ricco catalogo di premi teatrali e ambientali che verranno erogati tra febbraio e giugno 2019.

«Un successo confermato per il secondo anno consecutivo – ha detto il Presidente di Estra, Francesco Macrì – quello di Roarr! raccontare ai bambini più piccoli l’importanza del risparmio energetico e del rispetto per l’ambiente con un approccio ludico, coniugando il teatro come valore aggiunto, sono aspetti educativi fondamentali che, se appresi in tenera età, lasciano il segno anche negli anni a venire. Con Roarr! grazie alla partnership con Straligut Teatro ed Energicamente, il nostro storico progetto di educazione ambientale rivolto ai temi dell’energia, si allarga la platea dell’impegno di Estra sul fronte scolastico. Un progetto che abbraccia temi a noi cari, come quelli del risparmio energetico, e che accoglie anche spunti e contenuti tipici di Estra estendendosi per la prima volta, dopo Siena, Prato e Arezzo, anche su Ancona».

«Roarr! può rappresentare un modello davvero innovativo, efficace e replicabile per far conoscere in primo luogo ai bambini e poi alle loro famiglie le complesse problematiche ambientali: la chiave ludico-didattica della gara è una sfida impegnativa e divertente insieme, basata sulla partecipazione in prima persona – ha sottolineato Fabrizio Trisciani, direttore artistico di Straligut- L’obiettivo è quello, sempre più improcrastinabile, di impegnarsi attivamente nella tutela del mondo nel quale viviamo e di cui siamo ospiti».

In palio 1.000 biglietti gratuiti per andare a vedere una selezione dei più interessanti spettacoli di teatro ragazzi del panorama nazionale, grazie alle partnership con In-Box dal Vivo, Rete Teatrale Aretina e Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata di Jesi (Ancona).
Non solo teatro, grazie alla collaborazione con Legambiente Arezzo, Marche e Prato in palio anche tanti laboratori a tematica ambientale.
E premi extra arriveranno anche grazie ad Estraclick, il concorso fotografico che premia le figurine più originali con buoni acquisto di materiale didattico e la pubblicazione della foto sui canali social del progetto.

«Come sempre ci piace tenere a battesimo un progetto di Straligut Teatro -ha detto Gabriele Berni sindaco di Monteroni d’Arbia- , che intelligentemente unisce, ogni volta, l’impegno civico ed ambientale all’amore per l’arte ed il teatro. Roarr! riesce a rendere i più piccoli non soltanto sentinelle dell’ambiente ma veri e propri soggetti attivi, motivati non soltanto al risparmio energetico e al riciclo ma in generale a tutte le buone pratiche che il nostro pianeta ci richiede. Io come amministratore ho sempre pensato che una delle sfide del futuro derivasse proprio dal cambio rotta verso la sostenibilità ambientale ed ecologica, questo progetto è un passo importante, proprio perché agisce sulle generazioni che domani agiranno per il bene dei nostri ecosistemi».
Sulla stessa linea l’assessore ai servizi all’infanzia e l’istruzione Clio Biondi Santi del Comune di Siena: «È molto importante avere nelle scuole programmi di educazione ambientale come Roarr!. Sono infatti le giovani generazioni che più di tutte devono nascere e crescere all’interno di questa nuova e più sostenibile visione del mondo. Avere una nuova coscienza ambientale avrà come diretta conseguenza quello di creare una cittadinanza più consapevole e rispettosa degli altri e dell’ambiente in cui si trova. Questo può sembrare secondario ma una delle istanze principali che viene rivolta a questa amministrazione è quella di un ritorno all’educazione civica. Tale dato, ci fa chiaramente intendere come alcuni valori fondamentali e fondanti della nostra vita comune si stiano in qualche modo perdendo».

Oltre a quello di Estra, capofila con Straligut, Roarr! ha il sostegno di Comune di Siena, Comune di Monteroni d’Arbia, Regione Toscana e Ministero dei beni e delle attività culturali, il patrocinio dei Comuni di Ancona Arezzo e Prato, la collaborazione con Legambiente Arezzo, Marche e Prato, con la Rete Teatrale Aretina e con Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata.