Incidente autostrada Calenzano

Un camionista di 50 anni, originario della Campania, è morto questa notte nel violento impatto del proprio tir contro il guard rail dell’autoastrada del sole. Il mezzo ha sfondato la protezione, precipitando da un cavalcavia e prendendo fuoco.
Sull’A1 è parso scaternarsi l’inferno, con le fiamme domate dai vigili del fuoco che hanno provveduto anche a liberare dalle lamiere l’autista, per il quale non c’è stato niente da fare.
Il corpo è stato condotto all’obitorio dell’ospedale di Prato dall’impresa funebre Iris, intervenuta con i soccorritori e con il pm di turno Laura Canovai in piena notte.
Secondo la ricostruzione effettuata dalla polizia stradale, il camionista ha perso il controllo del mezzo pesante, finendo contro il guardrail e, dopo essere rimbalzato, sfondando quello dalla parte opposta. Il tir è rimasto penzoloni, prendendo fuoco, per poi precipitare nel parcheggio sottostante di una discoteca.
È probabile che il camionista, rimasto incastrato nella cabina, sia deceduto subito, a causa del forte impatto.
L’incidente è avvenuto alle 2,20, nel tratto compreso tra Calenzano e Firenze Nord in direzione di Firenze, all’altezza del km 279. Autostrade per l’Italia precisa che nell’incidente il conducente dell’autoarticolato ha perso il controllo sfondando la barriera antirumore, uscendo di strada.
Disagi inevitabili al traffico, con code chilometriche, specie in direzione di Firenze.