Surfista salvato in mare e oltre 600 interventi per il maltempo

Premio letterario Raccontami una storia

Surfista soccorso in mare dai vigili del fuoco acquatici e dalla guardia costiera, oggi pomeriggio nelle acque antistanti Lido di Camaiore. L’allarme è scattato non appena il surfista è stato visto in difficoltà, incapace di riavvicinarsi a riva, a causa del mare grosso e del vento forte. Insidie sottovalutate, forse, in una giornata caratterizzata dagli strascichi dell’ondata di maltempo di ieri sera.

Da ieri le squadre dei vigili del fuoco di gran parte dei comandi provinciali toscani sono al lavoro proprio per far fronte ai danni causati dall’acqua e, in generale, dalle condizioni metereologiche.
La più colpita è la provincia di Arezzo, dove sono intervenute squadre di pompieri provenienti anche da altri comandi provinciali e dove un anziano è morto, trascinato via dalla corrente delle acque fuoriuscite da un corso minore.
Sono più di 600 gli interventi effettuati in Toscana dai vigili del fuoco per prestare soccorso alla popolazione in difficoltà per il maltempo. 85 i pompieri impegnati nella zona di Arezzo per prosciugamenti e danni d’acqua.

La protezione civile toscana, in una nota riassuntiva, ha riassunto i danni e i problemi che si sono verificati tra ieri e oggi.
Allagamenti diffusi fin dal pomeriggio a Arezzo, Monte San Savino, Castiglion fiorentino, Marciano della Chiana (due abitazioni inagibili). Problemi al reticolo idraulico minore e ai sistemi fognari. Ad Arezzo: Torrente Vallina – rotta arginale case isolate con difficoltà di raggiungere Santa Firmina (frazione Arezzo); Borro del Covole (affluente del Bicchieraia) località La Pace guado provvisorio per cantiere insicuro, risultano isolate alcune famiglie. In loc. Ca’ de Lando crollo di ponte su corso minore che ha isolato una abitazione, si stanno cercando viabilità alternative. In Località Frassineto esondato Rio Rigutino con allagamenti piani bassi abitazioni. Sacchinature sul torrente Saltina esondato in via Romana nell’abitato di Arezzo. In località Bagnoro è stata evacuata famiglia con neonato di tre mesi a causa di abitazione allagata. Una persona dispersa dalla sera di ieri, come detto, in località Olmi e poi ritrovata deceduta nella mattina odierna.

Problemi e danni anche in Val d’Elsa. Criticità a Certaldo, con allagamenti garage e scantinati. Criticità anche a Castelfiorentino, con esondazione del torrente Pesciola, allagamenti diffusi e via Ciurini chiusa. Criticità a Montaione e a Gambassi Terme, per allagamenti. Problemi e allagamenti anche in comune di Greve, sempre nell’area fiorentina.

In provincia di Siena, le località più colpite sono Sinalunga e Torrita di Siena con allagamenti stradali. A Chiusi, intervento di un escavatore e di un gruppo di volontari della protezione civile per liberare un fosso. A San Casciano dei Bagni, interrotta la strada comunale per la caduta di un albero e frana con alcune case isolate. Ad Abbadia San Salvatore interruzioni di energia elettrica.

Chiusa in provincia di Grosseto la strada provinciale 55 per una frana tra Vallerona a Stribugliano.
Danni e disagi più contenuti, infine, nelle province di Lucca e di Livorno.