mdt t essere 220610 1920x1080 white

Il Museo del Tessuto presenta dal 21 giugno al 14 luglio il progetto T-Essere, una serie di laboratori site specific per famiglie e adulti nati dalla collaborazione con IPER-collettivo, un gruppo di giovani architetti e designer di Prato (Marco Conti, Lorenzo Vacirca, Giulia Landini e Lorenzo Romaniello) che progetta e realizza opere che si legano allo storytelling locale.

Dopo gli interventi presso uno studio professionale e presso un’azienda tessile, IPER-collettivo ha adesso scelto il Museo del Tessuto come luogo ideale per un’azione collettiva aperta a tutta la città. Ogni martedì verrà proposto un laboratorio per famiglie con bambini dai 4 agli 8 anni all’ombra della Ciminiera del Polo Campolmi, mentre ogni giovedì verrà coinvolto il pubblico adulto nella realizzazione di un’installazione collettiva site-specific.

Materiale privilegiato di ogni attività sarà il rocchetto da filato che da materiale industriale verrà proposto al pubblico come potenziale oggetto creativo ed elemento di gioco. I supporti cilindrici impiegati sono offerti da Mariplast, una delle aziende supporter del Museo specializzata nella produzione di supporti in plastica per i filati, che ha messo a disposizione per l’occasione 10.000 rocchetti colorati, interamente rigenerati da scarti di lavorazione. A conclusione di ogni incontro, la Caffetteria del Polo Campolmi “Lo Schiaccino” attende tutti i bambini per una simpatica merenda (costo 5 €) mentre per gli adulti è riservato un originale aperitivo (costo 7 €).

Si inizia martedì 21 giugno (in replica il 5 luglio) alle 17.30 con “Da cosa nasce cosa”: attraverso azioni di composizione e scomposizione si potranno costruire installazioni multiformi con i rocchetti colorati. Il 28 giugno (in replica il 12 luglio) sempre alle 17.30 è il turno di “Bandiera Rocchetta”: per l’occasione il rocchetto diventa un timbro originale con cui personalizzare una piccola bandiera da sventolare per dire a tutti “I’m T-Essere”.

Il progetto che coinvolge gli adulti, invece, parte da un lavoro di studio che IPER-collettivo ha condotto sulle collezioni tessili del Museo, in particolare su alcuni campionari delle ditte tessili pratesi degli anni Sessanta e Settanta. I moduli decorativi dei campioni di lana, creativamente mixati tra loro, sono stati fonte di ispirazione per la scelta di un pattern geometrico che sta alla base dell’installazione site specific.

Nei quattro appuntamenti previsti i giovedì 23 e 30 giugno, 7 e 14 luglio (orario 18.30-20.00) i partecipanti – utilizzando i rocchetti di plastica – lavoreranno alla creazione di singoli moduli rettangolari che, una volta assemblati insieme, daranno vita a strutture architettoniche sempre più complesse. Un lavoro work in progress appuntamento dopo appuntamento, finché con l’ultimo – previsto il 14 luglio – verrà creata una vera e propria istallazione che connoterà lo spazio esterno del piazzale della Campolmi