Moliere, Sofocle ma anche Henry Lewis e Parenti Serpenti. Per tutti i gusti e di tutti i generi gli spettacoli in programmazione nei Teatri del circuito della Fondazione Toscana Spettacolo onlus fino al 5 marzo. Al Teatro Comunale Capodaglio di Castelfranco Piandiscò, in provincia di Arezzo, alle ore 21.00, va in scena “Tartufo” di Moliere. La celebre commedia, una delle più importanti dell’autore francese, la cui prima rappresentazione risale al 1669 , è una produzione dell’Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale Appunti. L’adattamento e la regia sono di Roberto Valerio. Gli attori Giuseppe Cederna, Roberto Valerio, Vanessa Gravina, Paola De Crescenzo, Massimo Grigò, Elisabetta Piccolomini, Roberta Rosignoli, Marcello Di Giacomocene Giorgio Gori. Costumi Lucia Mariani, luci Emiliano Pona.

Lunedì 2 marzo invece, al Teatro Eduardo de Filippo di Cecina, in provincia di Livorno, alle ore 21.00, protagonista sarà “Antigone” di Sofocle. Traduzione e adattamento Laura Sicignano e Alessandra Vannucci, regia Laura Sicignano. Con Lucia Cammalleri, Egle Doria, Luca Iacono, Silvio Laviano, Simone Luglio, Franco Mirabella, Barbara Moselli, Pietro Pace. Musiche originali eseguite dal vivo Edmondo Romano. Produzione Teatro Stabile di Catania.

Ci sarà da ridere invece martedì 3 marzo con Lello Arena che al Teatro Verdi di Santa Croce Sull’Arno in provincia di Pisa, si esibirà in Parenti Serpenti, che si ispira alla celebre commedia amara portata sul grande schermo da Mario Monicelli nel 1992. Di Carmine Amoroso

la regia è di Luciano Melchionna, la produzione dell’Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro.

Il giorno dopo Angela Finocchiaro, porta in scena, al Teatro Moderno di Grosseto, la commedia “Ho perso il filo” soggetto di Angela Finocchiaro, Walter Fontana e Cristina Pezzoli, testo di Walter Fontana. Coreografie originali di Hervé Koubi, regia Cristina Pezzoli. Produzione Agidi. In scena un’Angela Finocchiaro inedita, che si mette alla prova con linguaggi espressivi mai affrontati prima, per raccontarci con la sua comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso, quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che parte per un viaggio,si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro. Che disastro di commedia, la celebre commedia di Henry Lewis, Jonathan Sayer, Henry Shields è lo spettacolo che andrà in scena, invece il 5 marzo, ore 21, al teatro Giacomo Puccini di Altopascio. Debuttata a Londra nel 2012 la piece è stata tradotta da Enrico Luttmann. Con Stefania Autuori, Luca Basile, Viviana Colais, Valerio Di Benedetto, Alessandro Marverti, Yaser Mohamed, Igor Petrotto, Marco Zordan. Regia Mark Bell. Produzione AB MANAGEMENT.

Monica Bianconi