professor ernesto caffo presidente di telefono azzurro

Parte domani, venerdì 20 maggio, fino a domenica 22 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze Didacta Italia, la fiera nazionale dedicata all’innovazione della scuola che vuole offrire un momento di confronto sul mondo dell’istruzione tra gli enti, le associazioni e gli imprenditori.

A questo importante appuntamento non poteva mancare Telefono Azzurro, da sempre impegnato a collaborare con il sistema educativo e formativo per promuovere un approccio corretto ai cambiamenti sociali e digitali costantemente in atto. La sfida quotidiana di Telefono Azzurro è quella di essere vicini a giovani, genitori ed educatori nell’approcciarsi a un mondo sempre più digitale, anche grazie al coinvolgimento di Istituzioni e aziende che possono aiutare a ripensare regole e approcci all’online come parte integrante in un processo di formazione e socializzazione dei più giovani.

Telefono Azzurro metterà sul tavolo alcuni importanti spunti di riflessione che hanno caratterizzato quest’anno scolastico che volge ormai al termine. Particolare attenzione verrà data al tema della cittadinanza digitale, della salute mentale in rete e dell’uso consapevole delle tecnologie digitali e dei social media di bambini e adolescenti. È fondamentale che docenti ed educatori siano formati e conoscano tutte le possibilità offerte dalle più recenti piattaforme digitali, oltre a conoscere e comprendere quali sono i comportamenti che attualmente bambini e adolescenti adottano in Rete.

Per approfondire questi temi, Telefono Azzurro terrà un seminario dal titolo “Umanesimo digitale: dall’homo faber all’homo digitalis le nuove sfide educative” per sabato 21 maggio ore 12.30 presso il Padiglione Volta. In particolare, si parlerà del ruolo fondamentale dell’educazione di docenti ed educatori riguardo le possibilità offerte dalle più recenti piattaforme digitali e della comprensione dei comportamenti che attualmente bambini e adolescenti adottano in rete.

Interverranno:

Professor Ernesto Caffo, Presidente Fondazione SOS Il Telefono Azzurro onlus, Guido Scorza, Componente del Garante per la Protezione dei dati personali, Giuseppe Iacono, Coordinatore Repubblica Digitale, Dipartimento per la trasformazione digitale.
Patrizia Lotti, Ricercatrice Indire, Daniele Barca, Dirigente scolastico IC Modena 3, Costanza Andreini, Public Policy Manager di Meta, Italia e Grecia
Con Telefono Azzurro si parlerà anche di un tema di forte attualità, ovvero l’arrivo nel nostro Paese di centinaia di bambini e adolescenti ucraini e del loro bisogno di accoglienza e inclusione. Sempre sabato 21 maggio alle ore 09:00 presso Palazzina Lorenese è previsto il seminario “Identità sospese. Il bisogno di ascolto,accoglienza e inclusione dei bambini e adolescenti ucraini”.