Parliamo dei decessi correlati al Covid-19 e la Toscana segna un secondo zero, dopo quello di ieri. Emergenza rientrata, non l’attenzione ovviamente, e coronavirus a livelli di inizio marzo, con tre nuovi casi, nessun decesso e altre 52 guarigioni. Ite nuovi tamponi positivi sono stati rilevati, per la cronaca, in provincia di Firenze e in provincia di Arezzo.

Adesso, 337 persone sono in isolamento a casa, con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (meno 46 rispetto a ieri, meno 12,0%). Sono 2.853 (meno 63 rispetto a ieri, meno 2,2%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 1.240, Nord Ovest 1.569, Sud Est 44).

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid, che oggi sono complessivamente 28, 3 in meno di ieri (meno 9,7%), di cui 9 in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri, meno 25%). È il punto più basso dall’8 marzo 2020 per le terapie intensive e dal 4 marzo 2020 per i ricoveri totali.

Le persone complessivamente guarite salgono a 8.750 (più 52 rispetto a ieri, più 0,6%): 333 persone clinicamente guarite (più 43 rispetto a ieri, più 14,8%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 8.417 (più 9 rispetto a ieri, più 0,1%), dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.