L’ottavo treno Rock è entrato in servizio sui binari della Toscana. A metà luglio, nella stazione di Firenze Santa Maria Novella, l’assessore ai trasporti della Regione Toscana Stefano Baccelli e Marco Trotta, direttore regionale Toscana di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) sono saliti a bordo dell’ultimo Rock entrato in servizio, l’ottavo arrivato in Toscana, nella versione a 5 vetture che accoglie oltre 611 passeggeri seduti, 9 posti bici, prese elettriche e 50 telecamere di video sorveglianza.

Il mezzo realizzato a Pistoia nello stabilimento Hitachi Rail ha un consumo energetico ridotto del 30% ed utilizza materiali ecosostenibili per una mobilità sempre più integrata e green.

«Andiamo avanti con la cura del ferro – spiega l’assessore ai trasporti Stefano Baccelli- . Il rinnovo dei treni, insieme agli investimenti infrastrutturali, va in questa direzione: alleggerire il traffico su gomma e tutelare l’ambiente. Questo treno è uno dei 100 nuovi treni previsto dal nuovo contratto con Trenitalia. Di questi cento, 29 sono treni Rock e quello di stamani è appunto l’ottavo entrato in servizio. Rinnovare i mezzi è una priorità, perché alza il livello di gradimento degli utenti, favorendone l’utilizzo».

Il contratto di servizio con la Regione Toscana prevede appunto l’arrivo di altri 21 treni nei prossimi anni per un totale di 29.

Articolo precedenteIl tremendo scenario a cui ci sta portando lo sblocco dei licenziamenti
Articolo successivoPalazzo Strozzi e il 2020. Il rapporto