Turismo dall’India: Toscana terza meta italiana preferita

Premio letterario Raccontami una storia

La Toscana è la terza mèta preferita dagli indiani che scelgono di fare una vacanza in Italia, grazie a una forte domanda per il lusso e il wedding, ma anche per città d’arte, shopping, enogastronomia.

Sono stati precisamente questi i temi discussi alla  presentazione dell’offerta toscana, a oltre 70 tra tour operator, giornalisti e compagnie aeree, da parte del direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo.

In particolare è stata presentata l’offerta relativa a 4 prodotti turistici: il wedding con un meeting che la Toscana organizzerà a giugno a Delhi e Mumbai; shopping e ricettività di lusso; comparto termale e wellness; food and wine. Inoltre con l’Istituto di cultura italiana a Delhi è stata discussa l’idea, da declinare in progetto, per una iniziativa su Michelangelo Buonarroti e le sue opere.

Il business meeting si è tenuto presso l’Ambasciata italiana a Delhi, alla presenza del nuovo Ambasciatore Vincenzo de Luca, con incontri dedicati con autorità locali e i vertici di VFS Global, società di servizi, e il chief operating officer Vinay Malhotra. Nel corso dell’incontro erano presnti, tra gli altri, il Times of India e National Geographic, quest’ultimo con in programma una prossima uscita specifica sulla offerta outdoor della Toscana.

Altri due gli incontri del direttore Francesco Palumbo a Delhi si sono concentrati sul tema dei visti, presso Casa Italia, innovazione nel campo fortemente voluta dall’Ambasciata italiana, e sulla promozione 2020 al Satte, “South Asia’s Leading Travel Show”. A quest’ultimo incontro, a cui hanno partecipato Michael Duck e Yogesh Mudras, rispettivamente vicepresidente e direttore generale della grande fiera asiatica, si è discusso di programmi e azioni specifiche per rafforzare la presenza della Toscana sulle principali piattaforme di promozione in India.

Leonardo Panerati