Un convegno sulle funzioni e oggetto dell’antitrust: nuove e vecchie questioni  

Venerdì 20 ottobre 2023, a Palazzo Incontri alle ore 09.30, il convegno di Fondazione CESIFIN “Alberto Predieri” 

Il diritto della concorrenza in Italia e in Europa vive una fase di transizione che merita attenta analisi. Da un lato, l’Autorità antitrust nazionale ha visto ampliarsi i suoi poteri per effetto della Direttiva ECN Plus e della legislazione nazionale di recepimento: rafforzamento dei poteri istruttori, allargamento dei poteri sanzionatori, nuove modalità di definizione dei procedimenti con i cosiddetti settlements. Dall’altro, lo scenario geo-economico e geo-politico cambia e macrofenomeni come la crisi della globalizzazione e lo spettro del decoupling possono influenzare l’azione concreta di tutela della concorrenza.

Come non bastasse, l’ormai evidentissima crescita dei poteri di mercato digitali rilancia il dibattito sulle finalità del diritto antitrust e mette apertamente in discussione il mito del consumer welfare come unica chiave di lettura di questo settore dell’ordinamento. Infine, fenomeni interni, come l’espansione delle pratiche commerciali scorrette e l’attenzione alla tutela diretta del consumatore, e fenomeni europei, come la disciplina del nuovo Digital Markets Act, ripropongono le tensioni tra la funzione di vigilanza antitrust (ex ante) e la regolazione (ex post), con sovrapposizioni di competenze che mettono in crisi tradizionali certezze sui compiti delle Autorità nazionali di concorrenza. Tutto ciò, a distanza di quasi trent’anni dall’ “erompere delle autorità indipendenti” secondo la nota formula introdotta e scolpita da Alberto Predieri, ha suggerito alla Fondazione Cesifin, ente strumentale di Fondazione CR Firenze, di tornare su questi temi e di riflettere sulla funzione antitrust, oggi, e sul suo prossimo futuro. Per prenotazioni e per consultare il programma completo visitare il sito cesifin.it