Vaccino, in estate il test sull’uomo anche in Italia

Un consorzio europeo per accelerare l’arrivo di un vaccino anti-coronavirus Sars-CoV-2. L’italiana ReiThera Srl (Roma), la tedesca Leukocare Ag (Monaco) e la belga Univercells Sa (Bruxelles) annunciano un’alleanza strategica per lo sviluppo e la produzione su larga scala di un nuovo vaccino contro Covid-19, basato su di un vettore virale. La sperimentazione clinica inizierà durante l’estate 2020, mentre la produzione su larga scala verrà avviata subito dopo.  

Le tre aziende hanno deciso di unire gli sforzi nella lotta contro questa devastante pandemia mettendo in comune le rispettive competenze al fine di accelerare lo sviluppo rapido di un vaccino basato su di una singola dose.

I promotori dell’alleanza parlano di uno sviluppo efficiente e ultra-rapido del vaccino che prenderà di mira la proteina spike che il SarsCov2 utilizza per aggredire le cellule umane, servendosi di un virus animale, un adenovirus prelevato dagli scimpanzè e reso inoffensivo, come navetta.

Vaccini simili, basati su vettori adenovirali umani o di primati, sono stati sperimentati in studi clinici di fase 1 e 2 e hanno dimostrato di essere sicuri e immunogenici in migliaia di volontari sani, sostengono le tre aziende.