“via d’arte – già via Braga” anima per un mese il centro di Vaiano

In un concetto di arte diffusa che va a toccare nuovi luoghi insoliti del paese.
Il 15 aprile alle ore 17 l’inaugurazione.


40 artisti, 31 commercianti ed artigiani che ospiteranno nelle loro vetrine e spazi privati un po’ di arte. Tutto questo sarà il percorso all’insegna dell’arte, lungo oltre un mese, che invaderà il centro di Vaiano, coinvolgendo anche angoli più insoliti e meno frequentati del territorio. Tutto questo sarà “via d’arte – già via Braga” manifestazione organizzata dal Comune di Vaiano per dare spazio alle varie forme artistiche e per far conoscere i tanti artisti ed artigiani presenti sul territorio, coinvolgendo anche le attività commerciali vaianesi che vedranno le proprie vetrine contaminate dall’arte. Tanti i punti coinvolti del centro cittadino, la parte principale si snoderà lungo la via Braga, ribattezzata per l’occasione via dell’Arte, andando però a toccare anche luoghi più insoliti e meno vissuti di Vaiano immediatamente adiacenti alla via, con la convinzione e l’intento che l’arte possa dare vita a qualcosa di apparentemente addormentato portando la luce e i colori della creatività nel centro storico.

La manifestazione, che durerà fino al 20 maggio, sarà inaugurata questo sabato, 15 aprile, alle ore 17 alla presenza del sindaco Primo Bosi e della Giunta comunale presso la piazzetta del Monumento ai Caduti in via Braga.

Durante il mese, la manifestazione sarà animata da alcuni eventi collaterali come performance dal vivo di pittura e disegno, esibizioni musicali, visite guidate alla scoperta degli angoli nascosti e delle storie sconosciute ed un laboratorio per bambini. Sabato 29 aprile dalle 15.30 nell’Aia è prevista l’esibizione della Soul Kitchen Band, ancora sabato 6 maggio dalle 15.30 presso la piazzetta della Viaccia spazio alla pittura con la performance L’arte sotto gli occhi con Francesca Bernini e Gianmarco Pandolfini. Venerdì 12 maggio dalle 15.30 nell’Aia Performance di pittura di Gianni Prologo e dalle 17.30 in piazza Galilei (davanti alla Casa del Popolo) evento Il Borgo Raccontato, un itinerario a piedi tra luoghi, personaggi, curiosità della Vaiano del Novecento con Luisa Ciardi, Fondazione CDSE con, a conclusione, aperitivo presso La Bottega di Alberto (per questo evento prenotazione obbligatoria sul sito www.visitvalbisenzio.it). Infine, sabato 20 maggio, dalle 16.00 presso la piazza Firenzuola, appuntamento per i più piccoli con Laboratori creativi sul Teatro d’ombre – Costruzione di teatrini e sagome di personaggi per bambini dai 5 anni (anche qui prenotazione obbligatoria sul sito www.visitvalbisenzio.it sezione “prenotazioni eventi”).

La scelta degli artisti che interverranno e delle illustrazioni è stata seguita, con la supervisione dell’assessore Beatrice Boni, dal curatore Franco Bertini e Paolo Brachi che ha dato una mano nell’organizzazione. “Abbiamo scelto di dare risalto alle tante forme espressive e ai tanti artisti di livello presenti sul territorio della Val di Bisenzio e di Prato, per fare conoscere le tante eccellenze che il territorio riserva e che non sempre hanno la giusta risonanza.” – sottolinea l’assessora Beatrice Boni alle Attività Produttive e Promozione del Territorio continuando: “Abbiamo spaziato, grazie al contributo dei curatori, dall’arte pittorica più figurativa a quella più astratta, alle installazioni scultoree, fino all’artigianato, con l’idea di allargare in futuro questa manifestazione a nuove forme artistiche come l’arte urbana. L’obiettivo è quello di animare con colori e nuovi modi di comunicare attraverso l’arte, potente mezzo per arrivare alla sensibilità delle persone e fare riflettere su tematiche attuali, alcuni punti strategici di Vaiano e ridare nuova vita ad altri meno vissuti e frequentati, secondo il concetto di arte diffusa, oltre alle vetrine dei commercianti che hanno aderito e che ringraziamo per la loro capacità di vedere nelle nostre proposte sempre nuove opportunità. Il rilancio turistico e culturale può avvenire solo dentro un progetto di contestuale rilancio delle attività artigianali e commerciali che rappresentano un pezzo importante della storia e dalla tradizione del centro di Vaiano.”.

Tra gli artisti anche Ignazio Fresu, presente stamani in conferenza stampa, che farà dono di una sua opera “E il naufragar m’è dolce in questo mare” che verrà installata sul muro della Portaccia lanciando un messaggio di infinito, unione tra popoli, fantasia. I versi de “L’Infinito”, insieme alle semplici e fragili barchette che compongono l’opera rievocano la nostra infanzia, le trasmigrazioni dei popoli, il navigare nel mondo, forniscono una traccia di quanto siano importanti per l’essere umano l’immaginazione e la speranza oltre la siepe, oltre le tante etnie che sono giunte anche da molto lontano attraversando i mari e con le quali possiamo realmente realizzare una società che cresca insieme e cerchi il benessere comune.

Tutte le postazioni e la Mappa dell’evento, realizzati a cura dell’Ufficio Cultura e Promozione del territorio, potranno essere visionati nel dettaglio nel materiale grafico e testuale in allegato.

Per informazioni:

Ufficio Associato Cultura e Promozione del Territorio
Unione dei Comuni della Val di Bisenzio
Tel.  0574 931065 (lun-ven 9-13)
email eventi@bisenzio.it