A Vicchio, in Mugello, arriva Etnica 2021. Sarà un’edizione del festival diversa rispetto al passato: le regole attuali hanno aperto uno spiraglio ma a condizioni differenti: cambio location per evitare le commistioni fra le attività commerciali del centro storico e i concerti. Posti a sedere davanti al palco. Spostamento al mese di luglio.Se non sarà il solito abbraccio collettivo con balli davanti al palco, Ma saranno ugualmente quattro giorni di musica, mercati, street food, dj set.
Il palco principale sarà allestito all’interno del Parco della Rimembranza dove è previsto un ingresso a pagamento con posti a sedere (prezzi super popolari), in piazza della Vittoria invece il mercatino etnico, l’area bar e street food. Ci saranno concerti in piazza della VIttoria, prima del live sul palco principale, ad accompagnare aperitivo e cena. E after show intorno alle 23,00 dj set per gustarsi una birra accompagnati da buona musica.

Dobet Gnahorè e gli altri protagonisti di Etnica 2021

L’inaugurazione di Etnica 2021, giovedì 22 Luglio ore 21.30 spetterà a Bobo Rondelli che torna a Vicchio a presentare il suo nuovo disco Cuore Libero. Durante il concerto Bobo presenterà tutte le nuove canzoni, contenute in Cuore Libero, e i vecchi “ciuchi di battaglia” come lui ama definire le canzoni più amate dal pubblico. Sul palco, al suo fianco, Claudio Laucci al pianoforte e tastiere. Un duo che vi porterà, per più di un’ora e mezzo, in una dimensione parallela, fatta di risate e pianti, di urla e sussurri.

Venerdì 23 Luglio ore 21.30 sarà la volta dei Mescaria. Si attraversa l’anima del meridione, passando dalla Campania alla Puglia, e facendo sosta in Basilicata. Un lungo viaggio musicale che dalle radici del sud d’Europa vola per il mondo: nelle sonorità del mediterraneo, nei canti in lingua romanè, nelle tarantelle urbane.

Il festival entra nel vivo sabato 24 Luglio ore 21.30 con il concerto/evento in esclusiva italiana di Dobet Gnahorè. Cantante, danzatrice, percussionista, Dobet Gnahoré non ha eguali come interprete e performer. Combinando vocalità e presenza scenica, trascina il pubblico in esibizioni carismatiche e potenti. Vibrante e creativa, è diventata una delle più grandi voci africane del momento. Vincitrice di un Grammy Award, presenta nel 2021 il suo ultimo lavoro discografico: Couleur. Con questo nuovo album, rompe con lo stile acustico e introspettivo del passato passando ai moderni suoni afro pop in un ventaglio di ispirazioni e culture che ha incontrato nel corso della sua carriera. Groove ballabili, ritmi elettronici, agili linee di chitarra elettrica: il sesto album di Gnahoré riflette l’energia dell’Africa moderna e la conferma come uno dei talenti più luminosi e sorprendenti del panorama musicale africano.

Il finale della ventitreesima edizione, domenica 25 Luglio ore 21.30 , è affidato a un gradito ritorno, Sandro Joyeux. I concerti di Sandro sono pura gioia ed energia, un viaggio mistico accompagnato dalla sua calda e profonda voce, attraverso il ritmo del deserto e le strade polverose dell’Africa Occidentale, tra i Banlieues di Parigi e il reggae dei ghetti giamaicani. Il suo è uno spettacolo con un repertorio di brani originali e reinterpretation di brani tradizionali Africani. Sandro Joyeux è un performer ironico, scanzonato, affascinante, un moderno “griot”, capace di catturare il pubblico con le sue suggestive storie di viaggio e leggende, prende il pubblico per mano e fa cantare tutti in antichi esotici e sconosciuti linguaggi. Ai suoi concerti, siano essi da solo o con la band non puoi fare a meno di ballare insieme a lui.

Non solo concerti serali

Prima dei concerti serali, altre band si esibiranno durante l’orario dell’aperitivo e della cena. Si inizia giovedì 22 con i Major Mood trio con il loro sound positivo e frizzante fatto di brani italiani e internazionali. Venerdì 23 altro gradito ritorno: Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar. Virtuoso della tromba e amante della musica gipsy balkan. Sabato 24 un altro gruppo internazione con i C.A.F.E. collettivo afrotropical fusao etnica per un viaggio da Cuba a Capoverde passando attraverso il Brasile. Torna a grande richiesta per un super finale Graziano Poggetti, domenica 25, cantante chitarrista livornese.

L’after show è invece affidato giovedì 22 a Tommaso Carlà, venerdì 23 a Yorghe dj, sabato 24 a Paolo&Paolo.

Il programma di Etnica 2021 a Vicchio

Giovedì 22 luglio

Ore 19,00 inaugurazione mercato etnico e street food
Ore 19,30 concerto Major Mood trio (piazza della Vittoria)
Ore 21,30 concerto Bobo Rondelli (parco della Rimembranza). Ingresso € 10,00
Ore 23,00 Tommaso Carlà dj set (piazza della Vittoria)

Venerdì 23 luglio

Ore 19,30 concerto Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar (piazza della Vittoria)
Ore 21,30 concerto Mescaria (parco della Rimembranza). Ingresso € 2,00
Ore 23,30 Yorghe dj set (piazza della Vittoria)

Sabato 24 luglio

Ore 19,30 concerto C.A.F.E’. collettivo afrotropical fusao etnica (piazza della Vittoria)
Ore 21,30 concerto Dobet Gnahorè (parco della Rimembranza). Ingresso € 5,00
Ore 23,30 Paolo&Paolo dj set (piazza della Vittoria)

Domenica 25 luglio

Ore 19,30 concerto Graziano Poggetti (piazza della Vittoria)
Ore 21,30 concerto Sandro Joyeux (parco della Rimembranza). Ingresso € 2,00

La galleria dei protagonisti

Articolo precedenteIncendio di Roma, Nerone accusa i cristiani
Articolo successivoA1 Direttissima chiusa per una notte tra allacciamento Panoramica e Aglio