Lotta alla droga e presidio di città e provincia hanno portato i carabinieri di Prato a compiere 4 arresti nel corso del fine settimana.
In particolare, i militari della Tenenza di Montemurlo hanno arrestato un 21enne pratese, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’ambito di un’indagine antidroga scaturita dal via vai di giovani nei pressi di un’abitazione, i carabinieri hanno deciso di perquisire i locali. L’idea di “averci visto giusto” ha così trovato conferma all’esito della perquisizione: i militari hanno rinvenuto oltre 200 grammi di hashish, un bilancino di precisione, materiale per il taglio e confezionamento delle dosi e circa 2000 euro ritenute provento dell’attività di spaccio.
Lo stupefacente è stato sequestrato e mentre il giovane arrestato è trattenuto presso le camere di sicurezza di Montemurlo in attesa del rito direttissimo.

Sempre i militari della Tenenza di Montemurlo hanno arrestato un cittadino di origine marocchina in quanto, già sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Prato, avendo disatteso più volte gli obblighi previsti, è stato segnalato all’autorità giudiziaria pratese che ha aggravato la misura cautelare sostituendola con la custodia in carcere. Stessa sorte ad un giovane pratese 39enne che, sebbene sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per furto, ha violato più volte le prescrizioni imposte e per questo è stato sottoposto agli arresti domiciliari dalla Sezioneradiomobile di Prato.
Nella nottata i militari della Sezione radiomobile hanno arrestato infine un 37enne di origini marocchine che, sebbene sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, è stato sorpreso senza motivo girovagare per la città. I risultati conseguiti rientrano nei servizi preventivi organizzati  da parte dell’Arma di Prato che continueranno con incisività al fine di garantire ed una maggiore percezione di sicurezza ai cittadini.