Slot machine

Perde 2.000 euro alla slot, torna il giorno dopo e la brucia

Raccontami una storia premio letterario

Ha perso 2.000 euro alle slot machine e, all’indomani della prolungata e sfortunata sessione di gioco, è tornato nella sala fornito di una tanica di gasolio e ha cercato di bruciare tutto. È però stato fermato dopo essere riuscito ad appiccare le fiamme a una sola slot. Protagonista, ai danni di una sala giochi del centro di Prato gestita da cittadini cinesi, un eritreo di 39 anni.

L’episodio, reso noto oggi dalla Questura di Prato, risale al primo pomeriggio di sabato, quando un equipaggio delle Volanti e una squadra dei Vigili del fuoco sono intervenuti in piazza Mercatale per un principio d’incendio nella sala slot.

Sul posto, gli agenti hanno appreso causa e autore del rogo che, per fortuna, ha investito soltanto una delle macchine posizionate in sala senza estendersi all’intero locale. Nella sala giochi era ancora presente l’autore del gesto, senza dubbio pericoloso, identificato e poi denunciato. L’uomo aveva utilizzato una tanica di gasolio, cospargendo del combustibile parte della sala interna ma riuscendo a dare fuoco a soltanto una delle apparecchiature grazie al pronto intervento del titolare del locale che aveva intuito le intenzioni del giocatore.

I Vigili del fuoco hanno rapidamente messo in sicurezza la sala giochi, mentre il responsabile del rogo è stato portato in Questura dove i poliziotti hanno appreso che il motivo del gesto era da attrivuire alla consistente perdita di denaro del giorno prima. L’uomo è stato infine denunciato in stato di libertà per daneggiamento a seguito di incendio.