«Oggi registriamo un dato di 6 casi positivi nelle ultime 24 ore: si tratta del dato più basso da inizio emergenza e continuano a crescere i guariti che sono stati 107 nelle ultime 24 ore. A Roma città si registra il dato più basso da inizio emergenza con due nuovi casi e di questi una è una donna residente a Milano. L’esigenza è quella di continuare a difendere Roma. Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell’Ordine. Prosegue l’attività ai drive-in per i tamponi ed è stato potenziato il ‘contact tracing’ con una riunione operativa ogni giorno con le Asl sui tracciamenti». Lo sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. 

«I decessi sono stati 7 nelle ultime 24 h mentre il numero complessivo dei guariti è di 3.932 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati circa 254 mila», aggiunge.  

Dei casi finora confermati nel Lazio l’11% è ricoverato in una struttura sanitaria, il 30% è in isolamento domiciliare e meno dell’1% è in terapia intensiva. I guariti sono il 50%. Il 28% dei casi confermati era asintomatico. L’età mediana dei casi positivi è 57 anni. Il sesso è ripartito in modo omogeneo: il 47% sono di sesso maschile e il 53% di sesso femminile. I casi positivi sono così distribuiti: il 39,9% è residente a Roma città, il 32,6% nella Provincia, l’8,6% a Frosinone, il 5,2% a Rieti, il 6% a Viterbo e il 7,7% a Latina.  (AdnKronos)