Eventi: dal 18 al 19 novembre a Montespertoli torna Olea Project

Presentata in Consiglio regionale la quinta edizione della rassegna dell’olio evo. Un programma ricco di appuntamenti con una raccolta fondi in favore del popolo Saharawi

di Emmanuel Milano, 15 novembre 2023

Firenze – Montespertoli è pronta a ospitare l’evento che celebra un alimento millenario e un simbolo del territorio: l’olio extravergine d’oliva. Dal 18 al 19 novembre si svolgerà nel comune della città metropolitana di Firenze la quinta edizione di Olea Project. Ricco il programma che prevede degustazioni guidate, workshop interattivi, presentazioni di prodotti artigianali, conferenze tenute da esperti del settore con la possibilità di acquistare l’olio evo del raccolto 2023 e una raccolta fondi in favore del popolo Saharawi.

La presentazione della manifestazione mercoledì 15 novembre nel Media Center Sassoli di palazzo del Pegaso. Per il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo: “Si sono fatti tanti passi avanti per costruire una cultura dell’olio, un alimento fondamentale per la nostra vita e Olea racconta perfettamente la ricchezza del territorio di Montespertoli. La Toscana è una terra che negli anni è riuscita a produrre olio di grandissima qualità ed eventi come questo contribuiscono a creare una cultura che fino a pochi anni fa non c’era. Grazie agli organizzatori per le tante iniziative. Con il progetto Olio Nostro si raccolgono fondi in favore del popolo Saharawi e si porta l’olio nelle scuole parlandone alle ragazze e ai ragazzi”.   

“Montespertoli è un comune che rappresenta perfettamente la Toscana con le sue produzioni tipiche – spiega il consigliere regionale Enrico Sostegni – , e con questa manifestazione da cinque anni si è voluta sottolineare l’importanza della produzione dell’olio. Una produzione di qualità che si va a unire a quella del vino. C’è una festa, ma c’è anche un approfondimento scientifico che aiuta i produttori a crescere e a radicare la qualità del prodotto sul territorio. È una manifestazione importante a cui invitiamo tutti a partecipare”. 

“Olea rappresenta un momento importante per la filiera dell’olio extravergine d’oliva di Montespertoli – commenta il sindaco Alessio Mugnaini -. Oltre a poter assaggiare e comprare dell’ottimo olio evo abbiamo sempre pensato che questo momento fosse importante per tracciare una strada nell’evoluzione del settore olivicolo nel nostro territorio. Nel corso di questi anni, le nostre aziende agricole hanno incessantemente migliorato gli standard qualitativi del proprio olio extravergine di oliva, conquistando un crescente consenso tra i consumatori. Quest’anno poi è in corso un importante progetto all’interno del Piano di Sviluppo Rurale della regione che ha l’obiettivo di definire le caratteristiche che deve avere il nostro olio posizionandolo sul mercato in modo corretto. L’olio di Montespertoli da sempre si distingue in modo unico e indiscusso e merita di essere scoperto e apprezzato sulle nostre tavole”.

“Siamo partiti con l’ambizione di migliorare la cooperazione tra i produttori, con il fine primario di elevare la qualità dell’olio evo locale e rafforzare le sinergie”. Racconta la consigliera comunalecon delega allo Sviluppo e promozione del distretto rurale Valentina Canuti. “Oggi – prosegue – possiamo dire che la strada è più che avviata e il lavoro che ci aspetta per i prossimi due anni, grazie al finanziamento del progetto Regionale, sarà ambizioso e avvincente. Le sfide future restano, e tra queste possiamo elencare i cambiamenti climatici e come fronteggiarli e l’educazione alimentare nei confronti dell’olio evo locale. Su questi due aspetti ci focalizzeremo in futuro. A tale proposito, sono previsti incontri tematici già in questa edizione di Olea e delle attività nelle scuole elementari per insegnare ai bambini come si degusta l’olio grazie alla collaborazione con l’Associazione internazionale ristoranti dell’olio. Non c’è niente di meglio che imparare ad apprezzare fin da piccoli la qualità di un prodotto così importante per la nostra alimentazione”.

Sabato 18 novembre, all’interno della manifestazione, si svolgerà l’iniziativa ‘Olio Nostro 2023: lontani ma vicini, uno sguardo sul popolo Saharawi’. “Siamo arrivati alla 22esima edizione – racconta Graziano Giotti del Comitato pro Saharawi – , un progetto portato avanti dal Comune di Montespertoli, dall’Istituto Comprensivo insieme al nostro Comitato. Un progetto che parte dalla raccolta delle olive da parte dei bambini delle scuole, passa dalla frangitura e arriva alla vendita dell’olio in bottiglietta con l’etichetta vincitrice disegnata dai ragazzi delle scuole medie. Il ricavato, grazie alla generosità e solidarietà dei Montespertolesi, è a favore del popolo Saharawi. Un popolo che ha saputo rimanere unito, che ha costruito uno Stato tra mille difficoltà e soprattutto non ha mai smesso di battersi, con le armi della diplomazia, per la libertà e l’indipendenza dei Saharawi”.

Sarà il Centro per la cultura del vino ‘I Lecci’ di Montespertoli a ospitare l’evento organizzato dal Comune, in collaborazione con la Federazione Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori di Toscana e con la partecipazione di Slow Food Empolese Valdelsa.