Video parti intime upskirt shopping center

Filma mutandine e parti intime al centro commerciale

Raccontami una storia premio letterario

Denunciato a 61 anni per le ore trascorse al centro commerciale I Gigli di Campi Bisenzio, tra Prato e Firenze, ad approfittare in maniera tanto vecchia quanto originale dei saldi: fare video delle parti intime delle clienti dei negozi. In sostanza, video delle mutandine del tutto abusivi. Il protagonista, originario della provincia di Salerno, è stato smascherato dai carabinieri e deferito all’autorità giudiziaria.
L’uomo riprendeva di nascosto con lo smartphone le donne intente a fare shopping, cercando di non dare nell’occhio e soprattutto sperando di immortalare la biancheria intima.
Il suo comportamento ha però dato nell’occhio a una pattuglia di carabinieri della compagnia di Signa che, proprio in occasione dei saldi, hanno intensificato la loro attività di controllo all’interno e all’esterno del centro commerciale.
Ieri, nel corso di una giornata che in molti hanno dedicato ai saldi, i militari hanno notato lo strano atteggiamento dell’uomo mentre si muoveva all’interno del centro commerciale e hanno deciso di controillarlo.
Il 61enne è stato così trovato in possesso di un telefono cellulare attraverso il quale aveva illegalmente ripreso, sotto l’abito, ignare clienti di alcuni dei negozi del centro commerciale I Gigli. Le prime indagini hanno permesso di accertare che il 61enne, al momento di essere controllato, aveva già memorizzato diverse riprese video nel telefono, che è stato posto sotto sequestro.
Adesso, prove certe alla mano, dovrà rispondere di interferenza nella vita privata. Le indagini proseguono anche nel tentativo di rendere consapevoli dei loro diritti le clienti che ancora non si fossero accorte delle attenzioni tecnologiche dell’uomo.