Il produttore statunitense di droni Skydio ha approfittato del programma ‘Thermal by FLIR’ per realizzare un carico utile di qualità superiore basato sul rilevamento a infrarossi a onde lunghe equipaggiato con la termocamera Boson+.

Il produttore statunitense di droni Skydio ha approfittato del programma ‘Thermal by FLIR’ per realizzare un carico utile di qualità superiore basato sul rilevamento a infrarossi a onde lunghe equipaggiato con la termocamera Boson+.

L’azienda statunitense Skydio ha recentemente presentato alla conferenza Ascend del 20 settembre scorso il suo nuovo drone Skydio X10 equipaggiato con un modulo termocamera Boson+ di Teledyne FLIR personalizzato. Grazie alla collaborazione tra le due azienda nell’ambito del programma ‘Thermal by FLIR’, i piloti specializzati in attività di monitoraggio per la sicurezza pubblica e le ispezioni di infrastrutture critiche possono ora sfruttare la tecnologia di imaging termico con sensori non raffreddati più avanzata sul mercato.

Il programma ‘Thermal by FLIR’ è un’iniziativa che favorisce la cooperazione tra aziende per lo sviluppo e la commercializzazione di prodotti innovativi. Supporta i produttori di apparecchiature elettroniche originali (OEM), come Skydio, per integrare i moduli delle termocamere Teledyne FLIR nei loro prodotti, insieme al supporto alla commercializzazione delle innovazioni di prodotto che ne derivano. Il drone Skydio X10 include un carico utile per l’acquisizione di immagini termiche unico nel suo genere, che utilizza un modulo di termocamera Boson+ radiometrico personalizzato con prestazioni termiche ineguagliabili e migliora le dimensioni, il peso e la potenza (SWaP), fondamentali per le ispezioni, la consapevolezza della situazione e le missioni di ricerca e soccorso.

“Il programma ‘Thermal by FLIR’ è stato pensato per aiutare i nostri clienti a innovare e creare applicazioni e funzionalità che non esistono ancora”, ha dichiarato Dan Walker, vicepresidente responsabile dello sviluppo prodotti di Teledyne FLIR. “Per quanto riguarda la collaborazione di con Skydio incentrata su Boson+, siamo orgogliosi di ciò che abbiamo realizzato insieme. I clienti di Skydio avranno presto accesso alle più efficaci capacità di imaging termico senza equipaggio mai create per un drone di queste dimensioni e tipologia di missione”.

“I clienti di Skydio operano i settori critici su cui si regge la nostra civiltà, come la pubblica sicurezza, i servizi energetici e la difesa, che hanno bisogno di dati altamente precisi per prendere decisioni tempestive a beneficio di tutti noi. Ciò richiede immagini termiche ad alta definizione in un pacchetto ottimizzato SWaP”, ha dichiarato Abe Bachrach, Chief Technology Officer di Skydio. “Per questo motivo abbiamo scelto di integrare il modulo della termocamera FLIR Boson+ di Teledyne nella piattaforma Skydio X10, in quanto offre il giusto mix di prestazioni e funzionalità necessarie ai piloti per portare a termine la missione”.

Prestazioni termiche e miglioramenti SWaP
Il sensore Boson+, prodotto negli Stati Uniti, non solo offre una risoluzione termica quattro volte superiore (640 x 512 pixel) rispetto alla telecamera termica precedente dello Skydio X2, ma raddoppia anche la sensibilità termica dei payload della concorrenza con 30 millikelvin (mK) o superiore. Si tratta del modulo per telecamera a infrarossi a onde lunghe (LWIR) non raffreddato più sensibile disponibile in commercio per i droni. La maggiore sensibilità e risoluzione fornisce dettagli più nitidi della scena, migliorando il rilevamento, in particolare nelle scene all’aperto e a basso contrasto, un’esigenza critica per gli ispettori termici e i primi soccorritori, compresi gli agenti delle forze dell’ordine, i vigili del fuoco e il personale di ricerca e soccorso.
Il team di Teledyne FLIR ha inoltre lavorato a stretto contatto con Skydio per sviluppare soluzioni ottiche personalizzate che riducono del 48% il peso delle ottiche di una termocamera Boson+ standard. La riduzione di peso contribuisce a massimizzare il tempo di volo e a diminuire il volume del modulo della termocamera del 43%, per migliorare la compattezza del carico utile.

Il drone Skydio X10 sfrutta una tecnica elaborazione personalizzata del segnale dell’immagine termica sfruttando la tecnologia Prism™ ISP di Teledyne FLIR, migliorando ulteriormente la qualità delle immagini. Le immagini termiche risultanti sono disponibili in formato JPEG radiometrico (R-JPEG), il che significa che ogni immagine acquisita include i dati di temperatura di ogni pixel della scena, per ottenere informazioni granulari e quantitative necessarie per l’ispezione di pannelli solari, macchinari e servizi.

I dati in formato R-JPEG acquisiti da drone ‘X10 possono essere combinati con i dati in formato R-JPEG acquisiti dalle termocamere Teledyne FLIR portatili per creare rapporti di ispezione completi dall’aria alla terra. Gli utilizzatori del drone Skydio X10 possono anche utilizzare il software FLIR Thermal Studio per l’elaborazione e analisi avanzata delle immagini termiche, che permette di creare facilmente rapporti PDF personalizzati e condivisibili con colleghi, partner e clienti.

Per ulteriori informazioni su Skydio, visitare il sito Web di Skydio.