Servizio civile: 2 posti a Scandicci e a Sesto

Premio letterario Raccontami una storia

Sono due i posti a bando del Servizio Civile Universale per la zona fiorentina nord ovest e per il quale la Ausl Toscana centro ha presentato il progetto E-Care “Sostegno alla fragilità e al disagio” per l’inserimento dei volontari nei presidi distrettuali di Servizio Sociale. Per la fiorentina nord ovest, i presidi individuati sono quello di Scandicci in via dell’Acciaiolo e di Sesto Fiorentino in via Gramsci. L’ambito nel quale i due volontari sono chiamati a svolgere servizio è quello del sociale, nello specifico andando ad affiancare e supportare il personale del front office con la finalità di far conoscere al pubblico la rete dei servizi socio assistenziali e socio sanitari e favorire l’invio e la fruizione dei servizi più corretti da parte dei cittadini. Anche per chi si candiderà al progetto E-Care nell’area fiorentina nord ovest, l’attitudine alla relazione con gli altri è dunque un requisito fondamentale. Non sono infatti richieste particolari competenze se non un’adeguata motivazione ad operare nell’ambito del disagio sociale.

Gli utenti a cui si rivolge il progetto sono adulti e terza età in condizioni di disagio e con loro si dovranno rapportare i volontari nell’attività di supporto all’accoglienza. Il volontario offrirà ai cittadini interessati informazioni sui percorsi assistenziali attivabili e orientamento ai servizi e alle prestazioni sociali e socio-sanitarie del territorio della zona fiorentina nord ovest. Il suo ruolo potrà vederlo impegnato a migliorare il comfort in sala d’attesa e l’intrattenimento ma anche la comunicazione con gli utenti e con i familiari che accompagnano all’interno dei vari presidi sociosanitari. Il volontario potrà comunque ricoprire anche un ruolo di facilitatore dei percorsi assistenziali personalizzati, supportando i professionisti del sociale nel potenziamento di documentazione riguardante interventi socio educativi e socio assistenziali programmati dal Servizio Sociale territoriale e specialistico.

Nelle loro mansioni i volontari non saranno soli perché affiancati in tutto il percorso e per tutto il periodo del Servizio Civile (i progetti hanno durata tra 8 e 12 mesi con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali) da un assistente sociale, il cosiddetto operatore locale di progetto, che avrà il compito di aiutare i ragazzi volontari a sviluppare e potenziare le loro attitudini rispetto alla relazione e all’accoglienza.

Il bando scade alle ore 14.00 del 10 ottobre prossimo. La domanda potrà essere presentata attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) all’indirizzo: https://domandaonline.serviziocivile.it.