Mani sotto il rubinetto

7 modi efficaci per prevenire l’influenza e le sue complicazioni

Premio letterario Raccontami una storia

Prevenire l’influenza è possibile. Dalle indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, del Ministero della Salute e della Regione Toscana, ecco 8 modi, alcuni assai semplici, per prevenire il contagio influenzale.

1. Vaccinarsi
In Toscana, le dosi di vaccino acquistate quest’anno sono 777.340. La campagna di vaccinazione sta per concludersi. Occorre affrettarsi, rivolgendosi al medico di base. Per una parte della popolazione, a cominciare dai soggetti a rischio, il vaccino è gratuito.

2. Lavarsi bene le mani
La normale igiene personale è spesso sufficiente e, comunque, fondamentale non solo per evitare il contagio da parte del virus dell’influenza. Le mani vanno lavate spesso, durante la giornata. Funziona, a patto di non dimenticare il sapone.

3. Usare una mascherina
Siccome l’influenza si diffonde per lo più per via aerea, una mascherina chirurgica può risultare di grande aiuto. In uso più che altro tra la popolazione orientale, la mascherina non è più soltanto bianca. È quasi divenuta un indumento di tutti i giorni, invernali.

4. Non portarsi le mani alla bocca
Il consiglio rientra in fondo quello sull’igiene personale, al punto 2. Tuttavia, è assolutamente necessario farlo ogni volta che si toccano gli oggetti. Se si ha la tendenza a portarsi le mani alla bocca o di mordicchiarsi le unghie, bisogna lavarsi le mani quando si sono posate su denaro o oggetti che altri possono aver toccato.

5. Lontani da tosse e starnuti
Specie quando si curano i bambini, è bene voltarsi e rimanere voltati qualche secondo, quando il piccolo influenzato tossisce o starnuta. Ciò non significa evitare di fargli le coccole ma semplicemente di tenere lontano il virus al quale siamo esposti fino a due o tre metri di distanza. Fondamentale, anche qui, lavarsi spesso mani e viso.

6. Attenti alle complicanze
Se proprio vaccino e igiene non sono riusciti a tenerci al riparo dall’influenza, anche perché il virus muta con una certa frequenza, occhio alle eventuali complicanze. Sono rare e investono soprattutto i polmoni. Se si ritiene che qualcosa non vada, una telefonata al medico di base può essere risolutiva o tranquillizzante. Va da sé che il vaccino pone al riparo dalla malattia la grande maggioranza delle persone.

7. Coprirsi bene
Pesante o leggero non conta. L’importante è coprirsi bene, il che significa tenersi al caldo ma senza sudare. L’eccesso opposto, rispetto al freddo, può essere dannoso. Coprire la testa, la gola e indossare un paio di guanti è una norma che vale sempre.