Gli occhi sono lo specchio della nostra salute, non solo dell’anima
Clinica Baviera elenca alcune malattie che possono essere individuate attraverso gli occhi
Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima, che riflettano ciò che proviamo in ogni momento, esprimano le nostre emozioni e i sentimenti: paure, gioie, preoccupazioni, tristezza. Ma non solo, possono anche essere il riflesso di alcune malattie. Secondo gli esperti di www.clinicabaviera.it, una delle aziende leader in Europa nel settore dell’oftalmologia, ci sono alcune patologie o disturbi che possono manifestarsi con sintomi oculari evidenti che possono essere rilevati con una semplice visita oculistica. È importante sottolineare che una visita oculistica non sostituisce un check-up medico completo, ma può comunque essere uno strumento prezioso per l’individuazione precoce di problemi di salute non direttamente correlati agli occhi.
Tra i sintomi che potrebbero indicare la presenza di un’altra malattia o di un problema ci sono ad esempio alterazioni della vista, visione offuscata, dolore oculare, arrossamento, secchezza oculare, cambiamento di colore della sclera, cambiamenti nella forma degli occhi o persino movimenti involontari degli occhi. Tutti questi sintomi potrebbero essere legati a un problema grave che è importante individuare in tempo. Gli esperti di Clinica Baviera elencano le principali malattie che possono essere individuate anche grazie a una visita oculistica:
DiabeteIl diabete è tra le malattie che possono essere individuate attraverso gli occhi, poiché in alcuni casi provoca la retinopatia diabetica, una complicazione oculare di questa patologia. Si tratta di una condizione che colpisce i vasi sanguigni della retina e si può manifestare presentando piccoli rigonfiamenti nei vasi sanguigni, emorragie nella retina, vasi sanguigni anomali o edema maculare.
Ipertensione arteriosaUn altro disturbo che può essere individuato se si notano cambiamenti nei vasi sanguigni dell’occhio è la pressione alta. L’ipertensione può causare il restringimento dei piccoli vasi sanguigni della retina, noti come vene e arterie retiniche, con conseguenti cambiamenti nella forma e nelle dimensioni dei vasi retinici e persino emorragie retiniche.
Problemi al fegatoMolti problemi epatici possono essere visibili attraverso gli occhi. L’ingiallimento della sclera (la parte bianca dell’occhio) può essere un segno di ittero, spesso associato a problemi epatici o biliari. L’ittero si manifesta come una colorazione gialla della pelle, degli occhi e di altre membrane mucose, dovuta a un eccesso di bilirubina nell’organismo. La bilirubina è un pigmento che si forma dopo la degradazione da parte della milza dei globuli rossi ormai invecchiati; i residui vengono poi trasportati al fegato per essere metabolizzati ma se questo non è in grado di elaborare la bilirubina in modo efficiente, la accumula nell’organismo. Oltre a essere un segno di problemi epatici come l’epatite o la cirrosi, può essere dovuta a un’ostruzione biliare, all’anemia emolitica, all’emolisi, che è l’eccessiva distruzione dei globuli rossi, o a disturbi del sangue.
Sclerosi multiplaLa sclerosi multipla è una malattia autoimmune del sistema nervoso centrale che colpisce il cervello e il midollo spinale. I sintomi sono molto diversi e possono variare da persona a persona, compresi vari cambiamenti negli occhi che possono essere rilevati dall’oculista. Alcune manifestazioni oculari sono: neurite ottica, che può causare dolore quando si muovono gli occhi, perdita temporanea della vista o cambiamenti nella percezione dei colori. Movimenti oculari anomali e involontari o difficoltà d’inseguimento visivo. Diplopia o visione doppia e problemi di coordinazione oculare.
IpertiroidismoI problemi alla tiroide, in particolare l’ipertiroidismo, possono influire sull’aspetto degli occhi. Uno dei sintomi più caratteristici è il rigonfiamento degli occhi (che possono sporgere più del normale a causa dell’aumento del tessuto intorno agli occhi), oppure il gonfiore e l’arrossamento delle palpebre.
Problemi cardiovascolari La relazione tra problemi cardiovascolari e occhi si riflette principalmente sui vasi sanguigni che riforniscono la retina. Restringimento o ispessimento dei vasi sanguigni, emorragie retiniche, edema maculare e persino piccole aree bianche sulla retina sono alcuni dei sintomi che possono indicare problemi cardiaci.
Carenze nutrizionaliLe carenze nutrizionali che possono portare ad altri problemi di salute possono essere rilevate attraverso gli occhi. Saperle individuare precocemente è essenziale per una buona salute generale. La carenza di vitamina A ad esempio può portare a cecità notturna, secchezza oculare e opacità corneale. La carenza di vitamina B, in alcuni casi, provoca “segni”agli angoli degli occhi, sensazione di bruciore e occhi rossi. La carenza di vitamina C può causare emorragie retiniche, quella di vitamina D può offuscare la vista e quella di vitamina E la degenerazione maculare e la cataratta. Anche la carenza di zinco e ferro può causare problemi alla vista, quindi in tutti questi casi è importante rivolgersi a uno specialista per determinarne la causa.
Lesioni cerebraliGli occhi possono anche dare segnali che, in alcuni casi, suggeriscono la presenza di danni cerebrali o problemi neurologici.Alcuni di questi segni oculari comprendono l’asimmetria delle dimensioni delle pupille, la loro scarsa reattività alla luce, movimenti oculari anomali e involontari, perdita improvvisa della vista, alterazioni della percezione visiva o visione offuscata. Inoltre, in alcuni casi, possono verificarsi emorragie retiniche o edema papillare.
AllergieAnche alcune allergie possono essere rilevate attraverso gli occhi: arrossamento, irritazione, prurito, lacrimazione, gonfiore e sensibilità alla luce sono i sintomi principali che possono essere causati dall’esposizione ad allergeni come pollini, acari della polvere, peli di animali domestici e spore di muffa. Ma ci possono essere anche allergie alimentari e altri tipi di allergia che possono essere individuate da gonfiore delle palpebre, lacrimazione e prurito. 
AnemiaL’anemia può essere rilevata attraverso gli occhi. Si tratta di una carenza di emoglobina o di globuli rossi nel sangue che può avere effetti negativi sulla salute. I segni oculari che possono far pensare all’anemia includono il pallore della congiuntiva, la membrana trasparente che ricopre la parte bianca dell’occhio. Il pallore di quest’area può indicare una diminuzione della quantità di emoglobina nel sangue. Anche il pallore della pelle della palpebra inferiore può essere un altro segno visibile di anemia. Altri fattori da tenere in considerazione sono la presenza di occhiaie, congiuntivite, affaticamento della vista e persino visione offuscata. Se si riscontra uno di questi sintomi è importante rivolgersi a un professionista, poiché l’anemia può essere dovuta a una carenza di ferro, di vitamina B12 o a disturbi sottostanti che influiscono sulla produzione di globuli rossi, e il trattamento o la cura dipenderanno dalla causa specifica.
Il dottor Federico Fiorini, direttore sanitario di Clinica Baviera Bologna spiega: “Gli occhi possono essere il riflesso di molte preoccupazioni e problemi di salute, malattie che in molti casi sono difficili da individuare. Noi di Clinica Baviera consigliamo di rivolgersi a uno specialista se si riscontrano sintomi oculari insoliti come alterazioni della vista, dolore oculare, arrossamento, prurito, lampi, infiammazioni, movimenti involontari o qualsiasi altro segnale che possa indicare la presenza di una patologia che richiede poi una valutazione più completa con esami specialistici da stabilire caso per caso”.
Abbiamo a disposizione diverse foto a illustrazione di questa notizia. Se ne avete bisogno, sono disponibili fino al 21 NOVEMBRE questo indirizzo: https://we.tl/t-zuWDebPUXp o questo https://www.transferxl.com/download/08vxT8QR6CxWCK o potete chiederle direttamente a: esancho@opennewsturismo.com.
Su Clinica Baviera:Con un’esperienza di oltre 25 anni, Clinica Baviera è un centro medico all’avanguardia nel campo dell’oftalmologia che offre un servizio completo per la cura dei problemi e delle malattie dell’occhio basato su criteri di qualità e sull’uso delle più recenti tecniche di microchirurgia. Ha una rete di cliniche con più di 85 centri in quattro paesi europei (Spagna, Germania, Italia e Austria) e uno staff di oltre 1.000 professionisti, di cui più di 200 oculisti.