Molti eventi famosi sono successi il 13 marzo

Giuseppe II di Asburgo-Lorena
  • Nel 1741 nasceva Giuseppe Benedetto Augusto Giovanni Antonio Michele Adamo Davide d’Asburgo-Lorena, noto in breve come Giuseppe II d’Asburgo, imperatore del Sacro Romano impero e arciduca d’Austria. Il suo regno, terminato con la morte nel 1790, è considerato uno dei più esemplificativi del fenomeno del dispotismo illuminato, un assolutismo spinto ma ispirato agli ideali illuministi. Durante il suo regno, questa vocazione si manifestò in numerose riforme: quelle giudiziarie che toglievano arbitrarietà ai giudici e aboliva quasi completamente la pena di morte, le riforme riguardanti l’affrancamento dello stato di servitù dei contadini, quelle religiose che perseguivano la libertà religiosa e l’affrancamento del potere secolare da quello ecclesiastico, e molte altre. Giuseppe II fu anche promotore della musica, e significativa fu negli anni la sua collaborazione con il celebre musicista Wolfgang Amadeus Mozart. Promosse il benessere della popolazione comune attraverso misure di respiro sociale come la creazione di un ospedale a Vienna e una riforma degli orari di lavoro per migliorare la condizione di operai e braccianti.

Plutone
  • Nel 1930 l’Osservatorio Lowell annuncia la notizia della scoperta di un nuovo pianeta del sistema solare, Plutone. Il nuovo corpo celeste, di cui già da tempo si sospettava l’esistenza, fu scoperto dall’astronomo statunitense Clyde Tomugh. Egli, seguendo le relative previsioni teoriche e tramite lunghe ricerche, il 18 febbraio 1930, per mezzo del confronto di lastre fotografiche impressionate pochi giorni prima, il 23 e il 29 gennaio, scoprì l’oggetto cercato, che già dai primi calcoli pareva orbitare al di là dell’orbita di Nettuno. La notizia fu tuttavia telegrafata all’osservatorio di Oxford solo il 13 marzo, in quanto l’Osservatorio Lowell volle far coincidere la data con quella della scoperta di Urano da parte di Herschel e con la data di nascita di Percival Lowell, l’astronomo che per primo ne aveva ipotizzato l’esistenza, avvenuta nel 1855. Il nome Plutone, divinità romana dell’oltretomba, venne suggerito da una bambina di 11 anni, Venetia Burney, figlia di un docente di Oxford. Le prime due lettere del nome, PL, anche iniziali di Percival Lowell, costituiscono il suo simbolo astronomico (♇, carattere unicode 2647)

Leonardo Panerati