Con le donazioni di italiani e cinesi, 18 famiglie d’origine orientale di Prato possono alleviare le loro difficoltà dopo essersi rivolte all’associazzione #Ramunion Italia. Le 18 famiglie cinesi sono da 3 mesi senza reddito a causa della chiusura delle aziende che, nel caso di quelle a conduzione cinese, hanno visto uno stop anticipato rispetto alle restrizioni imposte dai decreti e continuano al momento a rimanere chiuse.

«Si sono rivolte a noi per chiedere un supporto – sottolinea il presidente Luca Zhou Long – e per questo ringrazio sentitamente i cittadini italiani e cinesi che insieme hanno donato per acquistare scorte alimentari da donare a queste famiglie in difficoltà». Tanti i generi alimentari donati, dal riso all’olio, frutta, verdura e molti prodotti in scatola. Oltre che da cittadini italiani e cinesi, parte dei prodotti, è stata donata dall’azienda Store Srl di Campi Bisenzio. «Ringrazio di cuore – ha aggiunto Zhou Long – tutti i volontari che subito hanno risposto presente alla chiamata, con la piena disponibilità anche dei mezzi delle loro associazioni».

A coadiuvare Ramunion Italia nelle operazioni di distribuzione sono interventi i volontari e i mezzi di Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato, Pubblica Assistenza Prato Sud e Croce Rossa Italiana – Comitato di Piana Pistoiese. Oltre al presidente Zhou Long sono intervenuti il vicepresidente Francesco Rotunno, Rebecca Ciardi, Chen Huimo, Zheng Wenhua, Alessia Xia, Francesco La Grassa, Lin Zhijin, Manuele Bongiovanni, Huang Liugen, Giulio Yang, Alvaro Morbidi, Zhan Hongua, Jin Zhushan, Jack Lin, Wu Lingmei, Ye Yumin, Yongrong Lai, Jin Jin Chen, Jinbo Chen, Lixi Hu, Doegan Dong.