Il fine settimana prima di Natale ArteMia e Prato Cultura propongono due imperdibili appuntamenti: lo straordinario percorso di Cattedrale Segreta e la cosiddetta visita ‘Dal Museo alla Cattedrale’.

Sabato 21 dicembre, si apre con l’eccezionale percorso di visita aperto e reso accessibile solo dal 2015: la cosiddetta Cattedrale Segreta. In pochi sanno che il Duomo di Prato custodisce un passaggio nascosto che permette di ammirare l’antica facciata romanica, oggi coperta da quella attuale, tardo gotica. Attraverso questo percorso si può raggiungere, dalla Cappella della Sacra Cintola, il pulpito esterno di Donatello e Michelozzo – dal quale avviene l’ostensione della reliquia della ‘Cintola’ della Madonna – e salire fino all’altezza dell’orologio dove è possibile ammirarne il meccanismo e vedere l’antica facciata, da secoli nascosta! Un ambiente affascinante dove si intrecciano storia, tradizioni e leggende, visitabile ogni terzo sabato del mese (2 turni di visita: 10.30 e 16.00, costo euro 15 e prenotazione obbligatoria). Tale percorso vi permetterà di accedere gratuitamente al Museo dell’Opera del Duomo, e di avere uno sconto sul biglietto d’ingresso a Pistoia Sotterranea.

Domenica 22 dicembre, nel pomeriggio, alle 15.00, si svolge la visita denominata ‘Dal Museo alla Cattedrale’: un percorso alla scoperta del Museo dell’Opera del Duomo e di tutti i tesori che nasconde, che si concluderà nella magnificente Cappella Maggiore del Duomo, dipinta con gli affreschi del maestro Filippo Lippi, la cui bellezza merita di essere ammirata e spiegata in ogni dettaglio. Se avete partecipato a ‘Cattedrale Segreta’, la visita vi costerà solo 5 euro.

Ci sono ancora pochi posti disponibili, per maggiori informazioni e prenotazioni, si può contattare direttamente ArteMia (sede in Piazza Lippi, n.34, aperta dal martedì al venerdì: 9.00 – 13.00; ed il giovedì anche: 14.00 – 18.00): telefono 3405101749 (attivo Mart. Merc. e Ven. 9 – 15; Giov. 9 – 18 e sab. 10 – 13), email artemiaprato o navigare su www.artemiaprato.it oppure pagina Facebook Artemia Prato.