fernando montagner, deportazione per aned prato

Prato, 18 marzo 2020 – Incontro pubblico della sezione di Prato dell’ANED (Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi nazisti) domenica 20 marzo nella sala conferenze del Museo della Deportazione a Figline (via di Cantagallo, 250) nel corso di una mattinata che avrà inizio alle 9.30 con una breve visita guidata del Museo.

Si tratta del primo incontro in presenza della sezione pratese dell’associazione nazionale ex-deportati nei campi nazisti dopo due anni in cui è stato necessario ridurre le attività organizzandole prevalentemente a distanza. Partecipano il nuovo presidente Gabriele Alberti, che ha preso il testimone dopo 15 anni di Giancarlo Biagini, figlio di Diego deportato e morto a Mauthausen, in collegamento il presidente nazionale ANED Dario Venegoni, e il Consiglio dell’ANED da poco rieletto. Saranno presenti le autorità cittadine e gli enti e le associazioni del territorio che negli anni hanno collaborato con ANED.

Nel corso della mattinata sarà presentato il programma di attività per il 2022 che vedrà la ripresa, anche se purtroppo senza la partecipazione delle scolaresche, del tradizionale Viaggio della Memoria a Mauthausen ed Ebensee (Austria), cittadina gemellata con Prato dal 1987. Sarà l’occasione per assistere, nei giorni dal 13 al 15 maggio, alle celebrazioni per la liberazione dei campi che hanno visto morire tanti cittadini pratesi e toscani deportati nel marzo 1944.

ANED ha l’ambizione di contribuire ad ampliare l’archivio sulla deportazione pratese gestito dal Museo della Deportazione creando un fondo ANED dedicato. A questo scopo lancia un appello a familiari e conoscenti dei deportati qualora fossero in possesso di documenti o lettere – e soprattutto di fotografie – di allora, di condividerli. Si tratta di un modo per dare un volto ai nomi del lungo elenco delle persone strappate alle loro famiglie per mano nazifascista.

All’incontro pubblico, per chi condivide valori e finalità dell’associazione, sarà possibile ricevere la tessera dell’ANED