palazzo strozzi, firenze

“Donatello, il Rinascimento”: i capolavori del Maestro riuniti a Firenze
ArteMìa propone due visite guidate alla mostra di Palazzo Strozzi

Un’occasione storica e irripetibile: ha aperto i battenti sabato 19 marzo “Donatello, il Rinascimento”, mostra che riporta a Firenze, nella splendida cornice di Palazzo Strozzi, le opere più significative del grande maestro.

Opere che fino ad ora non erano mai state riunite in uno stesso luogo: a Firenze sono arrivati infatti prestiti dallo Staatliche Museen di Berlino e dal Victoria and Albert Museum di Londra, ma non solo. Saranno in mostra, infatti, anche delle “vecchie conoscenze” pratesi: il pulpito del Duomo di Prato, realizzato da Donatello e Michelozzo tra il 1428 e il 1438, e la capsella di Maso di Bartolomeo, che un tempo conteneva la Sacra Cintola.

Commissionato ai due artisti per ospitare il rito dell’ostensione della Sacra Cintola, nell’ambito di un piano di ampliamento e trasformazione dell’antica pieve, il pulpito del Duomo di Prato è uno degli esempi più significativi di architettura e scultura rinascimentale. A Donatello si deve il disegno del parapetto in marmo bianco e del capitello in bronzo sottostante, mentre Michelozzo si occupò del progetto architettonico e, assieme a Maso di Bartolomeo, della fusione del capitello.

I rilievi originali del parapetto, che dopo 532 anni di esposizione all’aperto presentavano gravi danni, vennero sostituite nel 1970 da calchi e spostate all’interno del Museo dell’Opera del Duomo. Restaurato dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze nel 1995, il pulpito di Donatello e Michelozzo ha trovato la sua sistemazione definitiva in una particolare sala, opportunamente predisposta e climatizzata.

Due formelle del pulpito, il capitello e la capsella resteranno a Firenze fino al 31 luglio 2022, per poi essere esposti a Berlino e a Londra. Le opere pratesi rimarranno lontane dal Museo dell’Opera del Duomo per circa un anno, ma niente paura: abbiamo già in programma delle visite guidate per ammirare questi capolavori, assieme a molti altri, alla mostra “Donatello, il Rinascimento”.

Sabato 02 aprile e sabato 14 maggio, alle 14.30, ArteMìa propone due visite guidate alla scoperta delle opere di Donatello e di altri grandissimi artisti come Brunelleschi, Masaccio, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Raffaello e Michelangelo. 

È possibile prenotare le visite guidate inviando una e-mail all’indirizzo info@artemiaprato.it, telefonando al 340 51 01 749 (utilizzare i messaggi “WhatsApp” solo per le richieste di informazioni, non per le prenotazioni) o prenotando direttamente dal sito www.artemiaprato.it alla sezione “Prossimi eventi”.