Home Notizie Attualità <strong>Asta per l’Emilia, 80 opere per aiutare le popolazioni colpite. Sabato 23 al Mulinaccio</strong>

Asta per l’Emilia, 80 opere per aiutare le popolazioni colpite. Sabato 23 al Mulinaccio

0
<strong>Asta per l’Emilia, 80 opere per aiutare le popolazioni colpite. Sabato 23 al Mulinaccio</strong>

Provincia, Comuni di Prato e Vaiano e Associazione Scheda

Asta per l’Emilia Romagna a villa Il Mulinaccio

Sabato 23 settembre alle 17. Fino al 18 settembre mostra delle opere

 visitabile a Prato nella sede della Provincia, il 21 e 22 si sposta a Vaiano

14 settembre 2023 – Ottanta opere donate da artisti anche molto conosciuti, per esempio Giuliano Ghelli, Michele Cascella, Andrea Granchi, Ignazio Fresu, Mattia Crisci, Stefano Cipolat e moltissimi altri, e un battitore d’eccezione Walter Santillo. Sono le colonne portanti dell’iniziativa promossa dai Comuni di Prato e Vaiano, dalla Provincia di Prato, dal Comitato Pro Emergenze, dalla Protezione civile e dall’associazione “Rinnoviamo il villaggio” e coordinata dall’associazione culturale Scheda. L’asta benefica per l’Emilia Romagna sabato 23 settembre alla villa Il Mulinaccio offrirà la possibilità di acquistare un’opera e al tempo stesso aiutare le popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dall’alluvione lo scorso maggio.

Questa mattina a Palazzo Buonamici hanno presentato l’iniziativa il presidente della Provincia Simone Calamai, gli assessori di Vaiano Fabiana Fioravanti e di Prato Simone Mangani, Claudio Balducci dell’associazione Scheda e Daniele Rosati, presidente del Comitato Pro emergenze di Prato.

“L’asta è un’occasione per dimostrare la solidarietà di tutto il territorio per l’Emilia, dove ancora la situazione è di forte disagio – ha detto Calamai – Invito tutti a visitare la mostra in Provincia e a partecipare all’asta”. Mangani ha reso merito agli artisti e ai tanti che si sono impegnati nell’organizzazione e Fioravanti si è detta orgogliosa di ospitare a Vaiano un evento così importante anche per l’obiettivo che si prefigge. Balducci e Rosati hanno sottolineato come, oltre all’obiettivo di aiutare le popolazioni dell’Emilia, l’evento sia anche un formidabile collante per le associazioni che vi hanno collaborato.

Le opere donate dagli artisti sono già visitabili (fino al 18 settembre) a Prato, nella sala Biagi della Provincia a palazzo Buonamici, tutti i giorni dalle 16.30 alle 19.30, in programma anche visite guidate, performance e dibattiti sulla funzione dell’arte e il tema della sostenibilità ambientale.  Il 21 e 22 settembre la mostra si sposta alla villa Il Mulinaccio, visitabile, con gli stessi orari.

Sabato 23 settembre il pomeriggio si apre alle 15.30 con una breve visita guidata della villa. Dalle 16 alle 17 esibizione del concerto cittadino E. Chiti nel Ninfeo della villa, con il sostegno della sezione di Prato degli Autieri d’Italia (in caso di maltempo l’evento si terrà all’interno della villa). Alle 17 avrà inizio l’asta. Tutte le opere partiranno dal prezzo-base di 50 euro con rilanci di 10 euro (possibilità di dedurre dalle tasse quanto acquistato). Ci sarà anche un angolo per la vendita di libri usati, ogni volume avrà un prezzo base di 5 euro senza rilanci. Chi acquista potrà lasciare qualcosa in più in favore dell’Emilia Romagna.

Le opere che saranno battute all’asta sono state donate da Deyang Li, Ego (Marco Rufino), Andrea Granchi, Alessandro Balzani, Enzo Correnti, Fernando Montagner, Gustavo Maestre, Ignazio Fresu, Ina Ripari, Laura Balla, Laura Lombardi, Lia Pecchioli, Leonetto (Faraoni/Andreozzi), Martina Codispoti, Mattia Crisci, Myriam Cappelletti, Nicola Mancino, Patrizia Bogani, Shanshan Chen, Adriana Leati, Sipontina Paloscia, Stefano Cipolat, Stefano Urzì, Angela Ciccarello, Antonella Nannicini, Antonio Bruno, Assunta Sabina Preziosi, Tamara Donati, Vaso della vetreria Mylight di Montelupo. Ci sono poi alcune opere della Collezione Palli, i cui autori sono Fabio De Poli, Fabrizio Clerici, Giuliano Ghelli, Giuliano Pini, Gualtiero Nativi, Italo Scelza, Lorenzo Tornabuoni, Luca Alinari, Michelangelo Tomarchio Levi, Michele Cascella, Piero Vignozzi, Remo Brindisi, Riccardo Benvenuti e Sandro Chia. E anche quelle di un gruppo di artisti del laboratorio di Vainella: Elena Berruti, Maria Chiara Finocchi, Paola Giuntoli, Susanna Falorsi, Serena Papini.

Infine, alcune cartoline originali degli inizi del ‘900, un disegno a china (di autore ignoto) donato da Elisabetta Piazzesi e il dipinto “Barche sull’acqua” donato da Mario Barbacci.

Tutti gli incassi saranno gestiti dal Comitato Pro Emergenze. Per le donazioni il Codice IBAN è IT31A0306921531100000005806, conto intestato a Comitato Città di Prato Pro Emergenze onlus. Inserire la causale: “Alluvione Emilia Romagna”.

Caterina Fanfani

Moira Pierozzi