mazzeo al salone del mobile

A Milano si respira creatività, inclusione, voglia di cercare nuove opportunità di crescita, e le aziende toscane presenti al Salone del Mobile sono fra le migliori al mondo, dimostrando di essere pronte a raccogliere le sfide lanciate dal settore negli ultimi anni a livello internazionale. È quanto ha espresso il presidente del Consiglio regionale della Toscana, stamani in visita al Salone del Mobile di Milano, dove ha incontrato le aziende espositrici provenienti dalla Toscana, definite, nel nuovo scenario internazionale, come uno stabile punto di riferimento per lo stile, i materiali e la maestria, e la capacità di raccogliere la sfida di un approccio etico al design.

Perché, ha aggiunto il presidente, ormai la sensazione è che oltre alla bellezza, al gusto e alla qualità, nel realizzare arredi, ci si ponga l’obiettivo di cercare il benessere dell’ambiente e delle persone. Il presidente dell’Assemblea regionale, ha ricordato infatti che, in tutte le economie, la necessità di una transizione ecologica reale e immediata è necessaria. In questo senso, ha sottolineato, è bello vedere come il settore toscano, e quello pisano in particolare, sia ancora un riferimento importante del mercato.

Gli imprenditori hanno saputo seguire l’andamento del settore e rispondere alle richieste. Hanno saputo fare ricerca su materiali alternativi, rendendoli già industrializzabili. Insomma, ha aggiunto, la Toscana anche in questo settore si dimostra essere terra di bellezza e talento che si preoccupa del futuro del nostro pianeta. Lo fa con i tanti sforzi degli imprenditori che, nonostante le difficoltà, hanno saputo investire, innovare e puntare sulla sostenibilità, quale leva di competitività.

Quanto emerge da Milano, ha concluso il presidente, dopo due anni di pandemia e in uno scenario globale incerto a causa della guerra in Ucraina, è che il settore del mobile, e in particolare quello toscano, si presenta come uno dei grandi trascinatori dell’economia nazionale. Compito della politica e delle istituzioni è quello di porre l’attenzione sulle criticità e le esigenze di un comparto che può comunque subire onde di crisi dettate da congiunture internazionali.