coldiretti

Il calo delle bollette del gas è un primo segnale per imprese e famiglie costrette a fare i conti per troppo tempo con costi energetici fuori controllo. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento al taglio del 2,1% degli oneri a luglio rispetto a giugno annunciato dall’Arera.

La spesa energetica ha un doppio effetto negativo perché – sottolinea la Coldiretti – rBOLLETTE

CALO GAS SEGNALE PER FAMIGLIE E IMPRESE

iduce il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma aumenta anche i costi delle imprese particolarmente rilevanti per l’agroalimentare.

Il costo dell’energia – continua la Coldiretti – si riflette infatti in tutta la filiera e riguarda sia le attività agricole ma anche la trasformazione e la distribuzione alimentare. La produzione agricola e quella alimentare in Italia assorbono oltre il 11% dei consumi energetici industriali totali per circa 13,3 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti (Mtep) all’anno, secondo l’analisi della Coldiretti sulla base dei dati Enea.