sindaco edilprogetti e techno costruzioni sopralluogo cimitero campi bisenzio (1)

In primavera prevista la conclusione del cantiere

L’intervento insiste su un’area di oltre 3.000 metri quadri. Il cantiere prevede già le predisposizioni per altri blocchi di ossari e campi a terra. Tagliaferri: “Un progetto fondamentale per la nostra comunità”

Sono in fase avanzata i lavori di ampliamento del cimitero comunale di Campi Bisenzio in via Tosca Fiesoli. Il cantiere, iniziato nel 2023 e poi interessato da una variante progettuale per l’implementazione degli ossari, ha visto l’esproprio di un terreno privato, che è stato ripulito da baracche e vegetazione incolta, e bonificato. In totale i lavori riguardano un’area di oltre 3.000 metri quadri, in cui verranno realizzati due campi di inumazione, per 176 posti a terra, e un blocco di 150 ossari. Non solo. L’intervento prevede già la predisposizione infrastrutturale per potere realizzare altri 450 ossari. E nell’ambito del futuro piano di completamento del primo lotto saranno realizzati altri tre campi di inumazione per 264 posti complessivi.

Il progetto viene da lontano e adesso vedrà definitivamente la luce, visto che la fine del cantiere è prevista per il prossimo mese d’aprile. In totale l’importo dei lavori, variante compresa, è stato di 728.000 euro. La parte nuova e quella vecchia del cimitero saranno congiunte da una rampa di collegamento, inoltre è stato previsto anche un accesso di servizio per potere raggiungere più facilmente la porzione di camposanto interessata dall’ampliamento.

“Dopo un sopralluogo avvenuto nei giorni scorsi – dichiara il sindaco Andrea Tagliaferri – sono lieto di annunciare che i lavori di ampliamento del cimitero comunale in via Tosca Fiesoli stanno procedendo e la prevista conclusione del cantiere in primavera rappresenta un importante traguardo per la nostra comunità. La concusione dei lavori rappresenterà un passo significativo verso il completamento di questo progetto fondamentale per la nostra comunità. La variante progettuale apportata al progetto iniziale che prevede l’ampliamento degli ossari, dimostra la nostra attenzione alle esigenze della cittadinanza”.

Il progetto, curato dallo studio tecnico di architettura e ingegneria Edilprogetti di Prato, che sta seguendo anche la direzione dei lavori, è stato approvato dalla sovrintendenza, visto che il cimitero è un bene vincolato. Sono stati inoltre effettuati dei saggi archeologici che hanno dato esito negativo. Per la realizzazione dei vialetti è stato utilizzato l’asfalto drenante, per mantenere un certo rapporto di permeabilità del suolo edificato. Nella progettazione è stata data particolare attenzione anche alla cura del verde, con la piantumazione di venti cipressi, che saranno affiancati da diverse specie arboree come il fico rampicante, santolina, vinca major, rosmarino prostrato, gaura e perovskia. A eseguire i lavori è stata la Techno Costruzioni Generali di Massa Carrara.

“Sia la progettazione iniziale, che la fase di realizzazione, hanno comportato numerose complessità dal punto di vista tecnico – spiega l’ingegnere Andrea Puggelli, socio dello studio tecnico di architettura e ingegneria Edilprogetti -. Oltre ad essere un’area di interesse archeologico, è presente un vincolo monumentale (di riflesso dal cimitero esistente, ndr), una pericolosità idraulica elevata e una criticità strutturale dovuta ai terreni cedevoli sottostanti, che hanno già causato in passato lesioni alle strutture del cimitero esistente. Questo intervento conferma le capacità tecniche e operative del nostro studio, anche su opere pubbliche complesse”.