“Oggi registriamo un dato di 16 casi e due decessi”. Dei nuovi contagi, “sette sono casi di importazione: uno di nazionalità del Bangladesh, quattro da Pakistan, uno dalla Romania e uno dall’India”. A illustrare i dati è l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. 

Nella Asl Roma 1 si registrano due nuovi casi nelle ultime 24 ore e sono riferiti a persone legate a cluster già noti e in isolamento. Nella Asl Roma 2, dei dieci nuovi casi uno riguarda una persona di nazionalità del Bangladesh e fa riferimento all’esito dei tamponi sulla comunità del Bangladesh richiamati al drive-in. Quattro casi sono riferiti a persone di nazionalità del Pakistan, uno è una donna dalla Romania, uno è un uomo indiano e due sono persone italiane legate a un link familiare già noto. Due i decessi avvenuti al Policlinico Umberto I. Nella Asl Roma 3 si rileva un nuovo caso nelle ultime 24 ore, un uomo positivo, su segnalazione del medico di medicina generale.  

Infine, nelle province sono tre i nuovi casi nelle ultime 24 ore: due nella Asl di Frosinone già isolati e un caso nella Asl di Latina di una donna di Formia, è stata avviata l’indagine epidemiologica. Sempre a Latina è sotto osservazione la comunità Sikh ed è stata avviata l’indagine epidemiologica.  

Nel Lazio ad oggi sono 889 i casi positivi a Covid-19, con 174 ricoverati, cui si aggiungono 9 pazienti in terapia intensiva, mentre sono 855 i deceduti. Sono 706 i pazienti in isolamento domiciliare, mentre i guariti sono 6.728 e il totale dei casi esaminati è pari a 8.472. Lo riferisce l’assessorato regionale alla Sanità sui social. (AdnKronos)