La scorsa notte pattuglie specializzate della polizia municipale di Prato hanno effettuato controlli, in particolare nell’area del Macrolotto 0 e Macrolotto 1, per verificare eventuali laboratori tessili in attività lavorativa notturna. (segue dopo le foto)

L’operazione ha interessato nove ditte segnalate dal vicinato per presunta violazione delle disposizioni regolamentari in tema di lavoro notturno ma di queste solo 4 sono state sorprese in attività lavorativa notturna e, fra queste, soltanto tre sono state sanzionate perchè una era in possesso di regolare valutazione previsionale di impatto acustico che le consetiva il lavoro continuativo 24 ore su 24 ore. In occasione dei sopralluoghi effettuati, sono state accertate violazioni amministrative per mancato rispetto del divieto di lavoro notturno, per commistioni abitative con attività produttive (in quanto alcuni locali all’interno dei laboratori erano stati organizzati a cucina/refettorio) e per il mancato rispetto del divieto di fumo negli ambienti di lavoro. Le violazioni hanno portato la Polizia Municipale ad applicare sanzioni pecuniarie per un totale di 7.240 euro e a sequestrare 48 macchinari.

L’articolo 60 del Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Prato vieta l’utilizzo di macchinari a scopo produttivo da parte di attività artigianali o industriali dalle 22 alle 06 del giorno successivo, dal lunedì alla domenica compresa, negli edifici situati nelle immediate adiacenze di locali destinati ad abitazione, in assenza di valutazione di impatto acustico che attesti il rispetto dei valori limite del rumore prodotto per il periodo di riferimento notturno e che, nel detto regolamento, non vige alcun divieto per il lavoro nei giorni festivi domenicali ed infrasettimanali.