polizia

Concitato arresto di un pusher a Prato, con la collaborazione di comuni cittadini, nel pomeriggio di ieri. Visto armeggiare sotto una mattonella della pavimentazione pubblica, da dove ha prelevato 2 grammi di eroina, un nigeriano di 35 anni, anziché sottoporsi a un controllo da parte di due agenti della squadra mobile,  ha colpito  con violenza i poliziotti per poi scappare in bicicletta.

Un ragazzo ha però prestato il suo scooter a uno dei due agenti che si è dato all’inseguimento, in un reticolo di strade, del fuggitivo. Una volta raggiunto dal poliziotto, l’uomo ha reagito di nuovo, finché non è stato messo in sicurezza e arrestato dall’operatore della squadra mobile, con il contributo di alcuni passanti.

Terminata l’operazione, i due poliziotti sono stati medicati e giudicati guaribili i 5 giorni.

Altra operazione e proragonisti simili, sempre a Prato, poche ore prima, culminata con l’arresto di un giovane nigeriano da parte della squadra mobile. Tutto è nato dall’osservazione di alcuni tossicodipendenti in attesa in un giardino pubblico.Nel frattempo due giovani possibili pusher si aggiravano nei loro pressi, per poi entrare in un bar. Il controllo da parte dei poliziotti, ha permesso di individuare uno dei due, poi arrestato e trasportato all’ospedale di Pistoia per essere sottoposto a esami radiografici. Le radiografie hanno svelato del resto la presenza, nell’intestino e nello stomaco dell’uomo, di 16 ovuli di eroina poi espulsi fisiologicamente e di altri ancora da espellere.