Annunci
Banner Estra

Ecco il video che incastra un falso cieco. Da febbraio ad aprile la Polizia Municipale di Prato l’ha seguito nei suoi spostamenti quotidiani in città, vedendolo correre come un maratoneta, andare a fare la spesa utilizzando il lettore di codici a barre e scansare ostacoli per strada con agilità e prontezza di riflessi. Un po’ troppa per un uno dichiarato ipovedente che percepisce per questo una pensione di invalidità di 881 euro al mese dal 2007 e che è stato inserito nelle categorie protette. Il video sull’indagine è stato presentato stamani alla centrale di piazza Macelli dal Comandante Andrea Pasquinelli: ad attirare l’attenzione degli agenti è stata la richiesta di permesso di accesso e parcheggio per invalidi nell’area racchiusa dai varchi elettronici. Nei mesi scorsi, vista l’entrata in vigore del provvedimento nella Ztl, le richieste si sono moltiplicate e per prassi vengono controllate dai vigili. I sospetti sono nati quando in diversi si sono ricordati del 44enne, che lavora in una banca cittadina come centralinista. Così sono state avviate le indagini coordinate dalla Procura di Prato, allargando il raggio anche alle Commissioni mediche per il riconoscimento dell’invalidità civile che hanno attestato l’handicap dell’uomo sia nel 2007 che nel 2009, quando sarebbe stato esonerato dall’obbligo di sottoporsi ad altri controlli.
Gli agenti di piazza Macelli nelle varie riprese del video sono stati davvero abili nel porre degli ostacoli sul cammino dell’uomo, come una bicicletta o i carrelli del supermercato. In una sequenza si vede addirittura interrompere la sua corsa con uno scatto per raccogliere un foulard lasciato cadere apposta a terra da una vigilessa in borghese.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]