Home Cultura Musica <strong>Jazz Prime: protagonisti i giovani talenti del jazz italiano, a Teatro Giotto di Vicchio venerdì 24 e sabato 25 novembre</strong>

Jazz Prime: protagonisti i giovani talenti del jazz italiano, a Teatro Giotto di Vicchio venerdì 24 e sabato 25 novembre

0
<strong>Jazz Prime: protagonisti i giovani talenti del jazz italiano, a Teatro Giotto di Vicchio venerdì 24 e sabato 25 novembre</strong>

Musicus Concentus in collaborazione con Jazz Club of Vicchio presenta MOMO ENSAMBLE

SAVERIO ZURI

ALESSANDRO QUERCI

AQ

JAZZ PRIME 2023 – WINE EDITION

Protagonisti i giovani talenti del jazz italiano e le aziende vinicole del territorio
Firenze, 21 novembre 2023 – La nuova scena creativa torna protagonista a Vicchio grazie a Jazz Prime: un’iniziativa curata da Musicus Concentus in collaborazione con il Jazz Club of Vicchio, per favorire la nascita di giovani talenti e quel ”ricambio generazionale” che costituisce linfa vitale per il jazz e per le nuove musiche.
Novità di questa edizione, ribattezzata per l’occasione Wine Edition, è il connubio con le aziende vinicole del territorio, protagoniste in ogni serata con una degustazione a tema. Due gli appuntamenti previsti per venerdì 24 sabato 25 novembre al Teatro Giotto di Vicchio: in ognuno di questi un dj set a tema jazz abbinato a una degustazione e a seguire un concerto. Il costo del biglietto è di 8€ con calice di vino incluso.

Il concerto di venerdì 24 novembre, previsto per le 21;30, vedrà protagonista il Momo Ensemble, nato da un’idea di Emanuele Marsico e dal bisogno di rivivere i ritmi e le sensazioni della musica popolare Campana. La loro musica fonda le proprie radici nei canti popolari del ‘300 per poi intrecciarsi con l’improvvisazione e le strutture del jazz moderno. Da qui il nome Momo (in italiano “adesso”), che nel dialetto napoletano sta ad indicare qualcosa che viene concretizzato nel momento stesso in cui viene pensato e che, appunto, vuole delineare il carattere viscerale e del tutto spontaneo dell’ensemble. La musica del Momo Ensemble vuole essere il pretesto di un lungo viaggio senza confini di genere e di tempo, dai canti pagano-religiosi della “Madonna dell’Arco”, alla Tammurriata di Pagani, ai lavori di Silvia Bolognesi e Christian Scott Atunde Adjuah. A marzo del 2023 è uscito il primo cd del gruppo, Storia di un femminiello (Fonterossa Records), ispirato all’omonima figura della tradizione partenopea.

Sabato 25 novembre, sempre alle 21:30, sarà invece la volta di Lust For Life, progetto del giovane sassofonista forlinese Umberto Girelli. Il gruppo nasce dall’incontro di quattro musicisti: Saverio Zura alla chitarra, Lorenzo Valentini al basso, Tommaso Stanghellini alla batteria e lo stesso Girelli al sassofono tenore. Il quartetto propone un repertorio jazz, in particolare dell’era “hard bop”, che spazia anche verso sonorità più moderne e ritmi latini, parte integrante della tradizione del songbook americano in generale.

In entrambe le serate (a partire dalle 19:30) il set di AQ DJ con una selezione di brani provenienti dal jazz anni Sessanta, a partire dagli standard della Blue Note, accompagnerà una degustazione di vini curata dall’Azienda agricola I Carri, Bacco del Monte e Tenuta Matteraia.

AQ è l’acronimo di Alessandro Querci: dj e conduttore radiofonico ma anche bassista elettrico e contrabbassista, fa il suo esordio nella prima metà degli anni ’80 negli ‘Hot Eight’ gruppo di musica trasversale nel quale hanno ‘liberamente improvvisato’ personaggi carismatici della scena fiorentina post free quali Renato Cordovani, Nicola Vernuccio e Stefano Bartolini.  gruppo che incide un ep per IRA Records e si esibisce in varie città Italiane ed Internazionali.
Negli anni ’90 si trasferisce a Milano dove suona in più formazioni ed inizia la sua attività come dj in famosi locali come l’Atomic Bar, il Cafè Atlantique, il Magna Pars, e partecipando alle sonorizzazioni di sfilate e party di Romeo Gigli, Trussardi, Poltrona Frau.
La cifra specifica delle sue playlist è quella di una ‘trasversalità eccentrica’ costituita dalla ricerca  di proposte poco conosciute, fra le quali spiccano le colonne sonore e le musiche extra occidentali, con una speciale attenzione alle caleidoscopiche proposte del Giappone contemporaneo.
All’inizio del 2000 fonda il gruppo musicale Neo Lounge ‘Mondo Candido’ che fonde un pop raffinato e retrò in lingua italiana al jazz e alla musica elettronica, pubblicando 3 album tra Italia e Giappone, trovando ottimo riscontro presso la stampa specializzata e facendo numerosi concerti in tutta Italia (fra i quali come gruppo spalla a Incognito/Roma, Nicola Conte/Napoli e Goldfrapp/Torino).

Jazz e vino alla scoperta di un territorio

Molto importante e del tutto inedita per Jazz Prime è la collaborazione con le aziende vinicole del territorio mugellano. Da circa venti anni il Mugello ha scoperto la sua vocazione vinicola, incrementando produzione e produttori caratterizzati da crescente qualità.

Tra questi l’Azienda agricola I Carri, forte di una lunga tradizione contadina, che in anni recenti ha deciso di recuperare alcune vecchie vigne abbandonate nel Mugello. Ne è nata una piccola produzione alla quale si affiancherà negli anni futuri quella di altri vitigni, frutto di investimenti appena iniziati.

Bacco del Monte è una giovane azienda nata nel 2016, quando fu piantato il primo vigneto a Pinot Nero tra le colline intorno a Vicchio, dove grazie alla particolare conformazione delle vallate e al microclima caratterizzato da forti escursioni termiche giorno-notte, la coltivazione di Pinot Nero sta diventando sempre più importante.

Infine Tenuta Matteraia, fondata negli anni ’70 dalla famiglia Malpaga, che dal Trentino venne a vivere in Toscana, portando con sé i vitigni e l’esperienza di quella regione. Nel 2012, con l’inaugurazione di un’innovativa cantina, Matteraia assume l’identità vitivinicola attuale, continuando a sviluppare la ricerca sui vitigni trentini che hanno trovato in Mugello un terroir così favorevole.

Jazz Prime è realizzato con il supporto del Comune di Vicchio. Le attività del Musicus Concentus nell’ambito di Tradizione in Movimento sono realizzate con il contributo di: Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze, Fondazione CR Firenze.

Jazz Prime
Venerdì 24 e sabato 25 novembre al Teatro Giotto di Vicchio
Infoline e prevendite: Benedetta – 345.3098116 e Boxol.it

Ufficio stampa Musicus Concentus
Lorenzo Migno