16.5 C
Firenze
13/04/2022
720x70 estra banner

La CIA avvia il progetto segreto MKUltra

Il 13 aprile 1953 il direttore della CIA Allen Dulles avvia il progetto segreto MKUltra, un progetto di ricerca volto a fare esperimenti sugli esseri umani con lo scopo di sviluppare procedure e identificare droghe come l’LSD da utilizzare negli interrogatori al fine di indebolire l’individuo e forzare le confessioni attraverso il lavaggio del cervello e la tortura psicologica.

Secondo il giornalista e accademico Stephen Kinzer, che lavorò anche per il New York Times, il progetto della CIA “era una continuazione del lavoro iniziato nelle strutture giapponesi dell’era della seconda guerra mondiale e nei campi di concentramento nazisti per sottomettere e controllare le menti umane“. Kinzer ha scritto che l’uso della mescalina da parte di MKUltra su soggetti inconsapevoli era una pratica che i medici nazisti avevano iniziato nel campo di concentramento di Dachau. Kinzer propone prove della continuazione di un’agenda nazista, citando il reclutamento segreto da parte della CIA di torturatori e vivisezionisti nazisti per continuare la sperimentazione su migliaia di soggetti, e i nazisti portati a Fort Detrick, nel Maryland, per istruire gli ufficiali della CIA sugli usi letali del gas sarin.

Il progetto era diretto da Sidney Gottlieb ma iniziò su ordine del direttore della CIA Allen Dulles il 13 aprile 1953. Il suo scopo era quello di sviluppare farmaci per il controllo mentale da utilizzare contro il blocco sovietico in risposta al presunto uso sovietico, cinese e nordcoreano di tecniche di controllo mentale sui prigionieri di guerra statunitensi durante la guerra di Corea. La CIA voleva usare metodi simili sui propri prigionieri, ed era interessata a manipolare i leader stranieri con tali tecniche, escogitando diversi schemi per drogare Fidel Castro. Spesso conduceva esperimenti senza la conoscenza o il consenso dei soggetti. In alcuni casi, i ricercatori accademici sono stati finanziati tramite sovvenzioni da organizzazioni di facciata della CIA, ma non erano consapevoli che la CIA stava usando il loro lavoro per questi scopi.

Il progetto ha tentato di produrre un perfetto farmaco per la verità per interrogare sospette spie sovietiche durante la Guerra Fredda e di esplorare altre possibilità di controllo mentale. Il sottoprogetto 54 era il programma top-secret “Perfect Concussion” della Marina, che avrebbe dovuto utilizzare esplosioni di frequenza sub-uditiva per cancellare la memoria; il programma non è mai stato eseguito.

Sidney Gottlieb, alla guida del progetto quando questo partì, in una foto del 1977

Il progetto è iniziato durante un periodo di quella che il giornalista inglese Rupert Cornwell ha descritto come “paranoia” nella CIA, quando gli Stati Uniti avevano perso il loro monopolio nucleare e la paura del comunismo era al suo apice. Il capo del controspionaggio della CIA James Jesus Angleton credeva che una talpa fosse penetrata nell’organizzazione ai massimi livelli. L’agenzia ha investito milioni di dollari in studi che esaminano i modi per influenzare e controllare la mente e per migliorare la sua capacità di estrarre informazioni da soggetti resistenti durante l’interrogatorio. Alcuni storici affermano che uno degli obiettivi di MKUltra e dei progetti correlati della CIA era quello di creare un soggetto in stile “candidato manciuriano“. Lo storico americano Alfred W. McCoy ha affermato che la CIA ha tentato di focalizzare l’attenzione dei media su questo tipo di programmi “ridicoli” in modo che il pubblico non guardasse l’obiettivo principale della ricerca, che erano metodi di interrogatorio efficaci.

I primi sforzi della CIA si concentrarono sull’LSD-25, che in seguito arrivò a dominare molti dei programmi di MKUltra. La CIA voleva sapere se era possibile far disertare le spie sovietiche contro la loro volontà e se i sovietici potevano fare lo stesso con gli agenti della CIA.

Una volta avviato il Progetto MKUltra nell’aprile del 1953, gli esperimenti includevano la somministrazione di LSD a malati mentali, prigionieri, tossicodipendenti e prostitute – “persone che non potevano reagire“, come disse un funzionario dell’agenzia. In un caso, agenti della CIA somministrarono LSD a un malato mentale nel Kentucky per 174 giorni. Hanno anche somministrato LSD a dipendenti della CIA, personale militare, medici, altri agenti governativi e membri del pubblico in generale per studiarne le reazioni. L’LSD e altri farmaci venivano spesso somministrati all’insaputa del soggetto, una violazione del Codice di Norimberga che gli Stati Uniti avevano accettato di seguire dopo la seconda guerra mondiale. Lo scopo di questo era quello di trovare farmaci che portassero alla luce confessioni profonde o pulissero la mente di un soggetto e li programmassero come “un agente robot“.

Nell’Operazione Midnight Climax, la CIA ha istituito diversi bordelli all’interno dei rifugi dell’agenzia a San Francisco per ottenere una selezione di uomini che sarebbero stati troppo imbarazzati per parlare degli eventi. Agli uomini è stato somministrato LSD, i bordelli sono stati dotati di specchi unidirezionali e le sessioni sono state filmate per una successiva visione e studio. In altri esperimenti in cui alle persone veniva somministrato LSD a loro insaputa, venivano interrogate sotto luci intense con i medici sullo sfondo che prendevano appunti. Dissero ai soggetti che avrebbero prolungato i loro “viaggi” se si fossero rifiutati di rivelare i loro segreti. Le persone sottoposte a questo interrogatorio erano dipendenti della CIA, personale militare statunitense e agenti sospettati di lavorare per l’altra parte durante la Guerra Fredda. Ne derivarono debilitazione a lungo termine e diversi decessi. I tossicodipendenti da eroina venivano corrotti perché assumessero LSD con offerte di più eroina.

Allen Dulles, direttore della Cia tra il 26 febbraio 1953 e il 29 novembre 1961

Su invito dello studente laureato in psicologia di Stanford Vik Lovell, un conoscente di Richard Alpert e Allen Ginsberg, Ken Kesey si è offerto volontario per prendere parte a quello che si è rivelato essere uno studio finanziato dalla CIA sotto l’egida di MKUltra, al Menlo Park. Veterans ‘Hospital dove lavorava come assistente notturno. Il progetto ha studiato gli effetti delle droghe psicoattive, in particolare LSD, psilocibina, mescalina, cocaina, AMT e DMT sulle persone.

L’Office of Security ha usato l’LSD negli interrogatori, ma il dottor Sidney Gottlieb, il chimico che ha diretto MKUltra, aveva altre idee: pensava che potesse essere usato in operazioni segrete. Poiché i suoi effetti erano temporanei, credeva che potesse essere somministrato a funzionari di alto rango e in questo modo influenzare il corso di importanti riunioni, discorsi, ecc. operazioni clandestine, ha avviato una serie di esperimenti in cui l’LSD è stato somministrato a persone in contesti “normali” senza preavviso. All’inizio, tutti i servizi tecnici lo hanno provato; un tipico esperimento ha coinvolto due persone in una stanza dove si sono osservate per ore e hanno preso appunti. Con il progredire della sperimentazione, arrivò un punto in cui gli estranei venivano drogati senza alcuna spiegazione e i viaggi con l’acido a sorpresa divennero una sorta di rischio professionale tra gli agenti della CIA. Spesso si verificavano reazioni avverse, come un agente che riceveva la droga nel suo caffè mattutino, diventava psicotico e correva per Washington, vedendo un mostro in ogni macchina che lo sorpassava. Gli esperimenti continuarono anche dopo che a Frank Olson, un chimico dell’esercito che non aveva mai preso LSD, fu segretamente somministrato LSD dal suo supervisore della CIA e nove giorni dopo precipitò verso la sua morte dalla finestra di una camera d’albergo al 13 ° piano di New York City, presumibilmente come risultato di profonda depressione indotta dal farmaco. Secondo Stephen Kinzer, Olson si era avvicinato ai suoi superiori qualche tempo prima, dubitando della moralità del progetto, e aveva chiesto di dimettersi dalla CIA.

Solo la partecipazione di alcuni soggetti è stata consensuale, e in questi casi sembravano essere scelti per esperimenti ancora più estremi. In un caso, sette volontari in Kentucky hanno ricevuto LSD per settantasette giorni consecutivi.

I ricercatori di MKUltra in seguito hanno liquidato l’LSD come troppo imprevedibile nei suoi risultati. Rinunciarono all’idea che l’LSD fosse “il segreto che avrebbe sbloccato l’universo“, ma aveva ancora un posto nell’agezia. Tuttavia, nel 1962 la CIA e l’esercito svilupparono una serie di super-allucinogeni come il tanto pubblicizzato BZ, che si pensava rappresentasse una promessa maggiore come arma per il controllo mentale. Ciò ha comportato il ritiro del sostegno da parte di molti accademici e ricercatori privati, e la ricerca sull’LSD è diventata assai meno prioritaria. ll BZ, il cui nome completo è 3-chinoclidinile benzilato, è un agente chimico di derivazione militare. Sintetizzato nel 1951 nei laboratori Hoffmann-La Roche, iniziò ad essere utilizzato come arma bellica appunto agli inizi degli anni ’60 dagli Stati Uniti. È un composto inodore, solubile in acqua e in solventi organici, estremamente persistente nell’ambiente. Il BZ, ingerito o inalato, blocca l’azione dell’acetilcolina, impedendo le normali funzioni superiori del sistema nervoso, quali la memoria, il pensiero logico, l’attenzione e la comprensione. Altri disturbi sono: allucinazioni, atassia, disturbi psicologici, isteria, tachicardia.

Un’altra tecnica studiata dal progetto MKUltra è stata la somministrazione endovenosa di un barbiturico in un braccio e di un’anfetamina nell’altro. I barbiturici venivano rilasciati per primi nella persona e non appena la persona iniziava ad addormentarsi, le anfetamine erano state rilasciate. La persona iniziava a balbettare incoerentemente ea volte era possibile fare domande e ottenere risposte utili.

Altri esperimenti hanno coinvolto eroina, morfina, temazepam (usato con il nome in codice MKSEARCH), mescalina, psilocibina, scopolamina, alcol e sodio pentotal.

I documenti MKUltra declassificati indicano inoltre uno studio dell’ipnosi nei primi anni ’50. Gli obiettivi sperimentali includevano la creazione di “ansie indotte ipnoticamente“, “capacità crescente ipnoticamente di apprendere e ricordare testi scritti complessi“, studiare l’ipnosi e gli esami del poligrafo, “aumentare ipnoticamente la capacità di osservare e ricordare disposizioni complesse di oggetti fisici” e studiare “relazione personalità alla suscettibilità all’ipnosi.” Furono condotti esperimenti con l’ipnosi indotta da farmaci e con amnesia anterograda e retrograda mentre i soggetti erano sotto l’influenza di tali farmaci.

Prima pagina del rapporto del Senato degli Stati Uniti su MKUltra, del 1977

Inoltre, in aree sotto il controllo americano all’inizio degli anni ’50 in Europa e nell’Asia orientale, principalmente Giappone, Germania e Filippine, la CIA creò centri di detenzione segreti in modo che gli Stati Uniti potessero evitare procedimenti penali. La CIA ha catturato persone sospettate di essere agenti nemici e altre persone che riteneva “sacrificabili” per intraprendere vari tipi di tortura e sperimentazione umana su di loro. I prigionieri sono stati interrogati mentre gli venivano somministrati farmaci psicoattivi, elettroshock e sottoposti a temperature estreme, isolamento sensoriale e simili per sviluppare una migliore comprensione di come distruggere e controllare le menti umane.

Nel 1973, in mezzo al panico nel governo causato dal Watergate, il direttore della CIA Richard Helms ordinò che tutti i file MKUltra fossero distrutti. In base a questo ordine, la maggior parte dei documenti della CIA riguardanti il ​​progetto furono distrutti, rendendo impossibile un’indagine completa su MKUltra. Una cache di circa 20.000 documenti sopravvisse all’epurazione di Helms, poiché erano stati conservati in modo errato in un edificio di registri finanziari e furono scoperti a seguito di una richiesta FOIA nel 1977. Questi documenti furono completamente indagati durante le udienze del Senato del 1977.

Nel dicembre 1974, il New York Times rivelò che la CIA aveva condotto attività domestiche illegali, inclusi esperimenti su cittadini statunitensi, durante gli anni ’60. Quel rapporto portò a indagini da parte del Congresso degli Stati Uniti, tramite l’apposito Comitato Church, e tramite una commissione nota come Commissione Rockefeller che ha esaminato le attività interne illegali della CIA, dell’FBI e delle agenzie militari legate all’intelligence.

Nell’estate del 1975, i rapporti del Comitato Church del Congresso e il rapporto della Commissione presidenziale Rockefeller rivelarono al pubblico per la prima volta che la CIA e il Dipartimento della Difesa avevano condotto esperimenti su soggetti umani inconsapevoli e consapevoli come parte di un vasto programma per trovare scoprire come influenzare e controllare il comportamento umano attraverso l’uso di droghe psicoattive come l’LSD e la mescalina e altri mezzi chimici, biologici e psicologici. Hanno anche rivelato che almeno un soggetto, Frank Olson, era morto dopo la somministrazione di LSD. Molto di ciò che il Comitato e la Commissione hanno appreso su MKUltra era contenuto in un rapporto, preparato dall’ufficio dell’ispettore generale nel 1963, che era sopravvissuto alla distruzione di documenti ordinata nel 1973. Tuttavia, conteneva pochi dettagli. Sidney Gottlieb, che si era ritirato dalla CIA due anni prima ed era stato a capo di MKUltra, è stato intervistato dal comitato ma ha affermato di avere pochissimi ricordi delle attività di MKUltra.

Il comitato del Congresso che indagava sul progetto, presieduto dal senatore Frank Church, ha concluso che “ovviamente non è stato ottenuto il consenso preventivo da nessuno dei soggetti“. Il comitato ha osservato che “gli esperimenti sponsorizzati da questi ricercatori… mettono in discussione la decisione delle agenzie di non fissare linee guida per gli esperimenti“.

Seguendo le raccomandazioni del Comitato, il presidente Gerald Ford nel 1976 emanò il primo Ordine esecutivo sulle attività di intelligence che, tra le altre cose, proibiva la sperimentazione di droghe su soggetti umani, se non con il consenso informato, per iscritto e testimoniato da una parte disinteressata , di ciascuno di questi soggetti umani “e secondo le linee guida emanate dalla Commissione Nazionale. I successivi ordini dei presidenti Carter e Reagan hanno ampliato la direttiva per applicarla a qualsiasi sperimentazione umana.

Le rivelazioni sulla CIA e sull’esercito hanno spinto un certo numero di soggetti o dei loro sopravvissuti a intentare cause legali contro il governo federale per aver condotto esperimenti senza consenso informato. Sebbene il governo abbia cercato in modo aggressivo, e talvolta con successo, di evitare la responsabilità legale, diversi querelanti hanno ricevuto un risarcimento tramite ordinanza del tribunale, transazione extragiudiziale o atti del Congresso. La famiglia di Frank Olson ha ricevuto $ 750.000 da un atto speciale del Congresso, e sia il presidente Ford che il direttore della CIA William Colby si sono incontrati con la famiglia di Olson per scusarsi pubblicamente.

In precedenza, la CIA e l’esercito avevano cercato attivamente e con successo di nascondere informazioni incriminanti, anche se fornivano segretamente un risarcimento alle famiglie. Un soggetto della sperimentazione di droga dell’esercito, James Stanley, un sergente dell’esercito, ha portato una causa importante, anche se infruttuosa. Il governo ha sostenuto che a Stanley è stato impedito di citare in giudizio in base alla dottrina Feres.

Nel 1987, la Corte Suprema ha affermato questa difesa in una decisione 5–4 che ha respinto il caso di Stanley. La maggioranza della corte infatti ha sostenuto che “un test di responsabilità che dipende dalla misura in cui particolari cause metterebbero in discussione la disciplina militare e il processo decisionale richiederebbe esso stesso un’indagine giudiziaria e quindi un’intrusione in questioni militari”. In dissenso, il giudice William Brennan ha sostenuto che la necessità di preservare la disciplina militare non dovrebbe proteggere il governo da responsabilità e punizioni per gravi violazioni dei diritti costituzionali

Immagine d’apertura: Sidney Gottlieb ha approvato un sottoprogetto MKUltra sull’LSD in questa lettera del 9 giugno 1953.

Bibliografia e fonti varie

Articolo precedenteHo sognato te e e nel sogno ero te
Articolo successivoVivere da donna