La città dei lettori: l’edizione 2023 sulle orme di Italo Calvino

Da maggio a ottobre oltre 100 ospiti e 40 giornate di eventi diffuse su 18 comuni toscani con i protagonisti della letteratura contemporanea per il progetto a cura di Fondazione CR Firenze e Associazione Wimbledon APS 

Tra i protagonisti: Bernardine Evaristo, Nicola Lagioia, Sheena Patel, Paolo Nori, Ginevra Di Marco, Carlo Ginsburg, Vivian Lamarque, Mario Desiati, Sally Bayley, Bernardo Zannoni, Vera Gheno, Valerio Aiolli, Nadia Terranova, Tommaso Pincio, Antonella Viola, Luca Scarlini, Igiaba Scego, Giulio Mosca, Wally Pain, Marco Malvaldi, Melissa P., Giorgio Vallortigara, Laura Pugno, Gabriele Baldazzini, Michela Monferrini, Fabio Genovesi, Ilaria Gaspari, Marino Biondi, Maria Cassi, Simonetta Sciandivasci, Alberto Cristofori, Agnese Pini, Carlo Vecce, Massimo Bucciantini, Tommaso Maccacaro, Claudio M. Tartari, Roberto De Ponti, Gianluca Monastra, Gigi Paoli 

Sarà la fiaba il filo rosso che attraverserà tutte le tappe della manifestazione, per celebrare il centenario di Italo Calvino. Il direttore Gabriele Ametrano: “Tornare alle origini della letteratura riportando il racconto orale nel nostro tempo”

Tra le novità la collaborazione con Scuola Holden, che terrà un laboratorio di scrittura con Cristiano Cavina, e le sezioni di focus tematici “Trilogia dell’Eros”, a cura di Emanuele Coen, “La vita degli altri”, a cura di Lilith Moscon, e “Match – Incontri tra generazioni”, a cura di Luca Starita

Da segnalare il doppio appuntamento con i finalisti del Premio Strega; la giornata di eventi dedicati a letteratura e scienza in omaggio a Galileo Galilei a cura di Lavinia Ferrone; l’incontro col vincitore del Premio Italo Calvino; le sinergie con Scripta Festival, che proporrà un pomeriggio su Angela Davis, Centro Pecci Books, con la prima edizione del festival Centro Pecci dei lettori, e Premio Letterario Chianti, che presenterà il vincitore nell’ambito dell’iniziativa  

Bernardine Evaristo, Nicola Lagioia, Sheena Patel, Paolo Nori, Vera Gheno, Franco Arminio, Igiaba Scego, Carlo Ginsburg. E poi Vivian Lamarque, Mario Desiati, Sally Bayley, Bernardo Zannoni, Laura Pugno, Valerio Aiolli, Nadia Terranova, Tommaso Pincio, Melissa P., Luca Scarlini, Wally Pain, Giulio Mosca, Ilaria Gaspari, Marco Malvaldi, Michela Monferrini, Gabriele Baldazzini, Simonetta Sciandivasci, Fabio Genovesi, Agnese Pini, Marino Biondi, Alberto Cristofori, Carlo Vecce, Roberto De Ponti, Gianluca Monastra, Gigi Paoli. Sono questi alcuni tra i nomi de La città dei lettori, il festival giunto alla sesta edizione che catalizza in Toscana autori, illustratori, traduttori e curatori di primo piano.  

Il progetto culturale itinerante di Fondazione CR Firenze e Associazione Wimbledon APS, diretto da Gabriele Ametrano, torna per il 2023 da maggio a ottobre con 18 tappe su altrettanti comuni, oltre 100 ospiti e più di 40 giornate di eventi con i protagonisti della letteratura contemporanea. “Leggere cambia tutto” è il messaggio che accompagna la manifestazione sin dalla nascita e che quest’anno, in occasione del centenario di Italo Calvino, si intreccerà a un percorso legato al tema della narrazione con il focus “Sulla fiaba”. L’arte di raccontare storie, che dalla tradizione orale ha condotto alla scrittura, sarà protagonista di lectio magistralis, letture teatrali, talk e appuntamenti, in un fil rouge che accompagnerà il pubblico per tutta la durata dell’iniziativa (programma completo disponibile a breve su www.lacittadeilettori.it). 

I luoghi e le date 

Il cartellone di presentazioni, incontri, anteprime, conferenze, reading e attività per giovani lettori si aprirà con una prima volta a Prato, dal 25 al 27 maggio, per continuare poi con la sesta edizione della kermesse fiorentina a Villa Bardini, sede storica e cuore dell’iniziativa, dal 7 all’11 giugno. Ancora prime edizioni a Poggibonsi (SI), dal 15 al 16 giugno, e a San Miniato (PI), dal 17 al 18 giugno, mentre per il terzo anno consecutivo si confermano Grosseto, dal 21 al 22 giugno, e Arezzo, dal 24 al 25 giugno. Montaione (FI) diventerà città dei lettori per la prima volta dal 30 giugno al 2 luglio, mentre in continuità con i due anni passati torna l’appuntamento a Villamagna – Volterra (PI), il 2 luglio, e a Montelupo Fiorentino (FI), dal 6 al 7 luglio. Ancora: seconda edizione per Monteriggioni (SI) dal 21 al 22 luglio, prima per Vicchio (FI) dal 1 al 3 settembre, terza per Calenzano (FI) dal 7 al 9 settembre e per Campi Bisenzio (FI) dal 13 al 14 settembre. Un’ulteriore prima edizione a Piombino (LI) dal 15 al 16 settembre, e poi ancora conferme: per il terzo anno consecutivo a Bagno a Ripoli (FI), dal 22 al 24 settembre, e per il secondo a Lucca, dal 30 settembre al 1 ottobre. Poi seconda edizione a Impruneta dal 27 al 28 ottobre e prima a Cavriglia (AR) in date da destinarsi. 

Otto le province toccate, per raggiungere un pubblico sempre più ampio in piccoli e grandi centriaderendo al Patto regionale per la lettura promosso dalla Regione Toscana e ai Patti per la lettura delle città che hanno ricevuto il riconoscimento “Città che legge” del Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura. 

Le novità del 2023 

Per la prima volta approda al festival la Scuola Holden, che proporrà un laboratorio di scrittura dal titolo “Scrivere è come viaggiare” con Cristiano Cavina, romanziere per Marcos y Marcos, Bompiani e Felitrinelli (9-11 giugno, Firenze). 

Da segnalare inoltre le sezioni tematiche a cura di autori ed esperti del settore che si dipaneranno sulle varie tappe della manifestazione, avvicendando di volta in volta ospiti diversi: “Trilogia dell’Eros”, viaggio tra le forme e le parole del desiderio guidato dal giornalista Emanuele Coen; “La vita degli altri”, incursione nel vissuto di scrittrici e scrittori accompagnati dall’autrice per ragazzi Lilith Moscon; “Match – Incontri tra generazioni”, confronti tra rappresentanti di epoche differenti ispirati all’iconica trasmissione degli anni ’70, condotti dal saggista Luca Starita. 

Le dichiarazioni 

‘’Felice passaggio di testimone – dichiarano i Presidenti di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron Jacopo Speranza – tra lettori ‘piccoli’ e ‘grandi’ dopo la partenza ‘col botto’ della prima edizione, appena conclusa, dedicata ai bambini. Presentiamo ora la sesta stagione del festival rivolto ad una più vasta platea. Ormai è un format collaudato e fortemente cresciuto e apprezzato tanto da coinvolgere, nel corso dell’anno, ben 18 territori in tutta la regione con un centinaio di appuntamenti sotto lo slogan ‘Leggere cambia tutto’. Complimenti e grazie all’Associazione Wimbledon per la loro opera di sensibilizzazione. Anche in questa edizione viene dato ampio spazio ad una pluralità di voci perché il festival è, prima di tutto, una importante e preziosa occasione di dialogo tra le tante sensibilità del nostro contemporaneo che non sempre hanno le giuste opportunità di potersi esprimere e confrontarsi’’. 

Il sindaco del Comune di Firenze Dario Nardella ha commentato: “La Città dei Lettori è un progetto molto importante e molto cresciuto negli anni grazie al coinvolgimento dei giovani e delle istituzioni culturali italiane e alla collaborazione tra vari soggetti a livello locale come per esempio il Comune che ha inserito l’appuntamento tra i progetti strategici dell’Estate fiorentina. Complimenti alla Fondazione CR Firenze e all’Associazione Wimbledon che con Gabriele Ametrano e il suo team anche quest’anno portano a Firenze autori e titoli di primo piano e che rendono la nostra città ancora una volta, per qualità e quantità di proposte, una capitale del libro”. 

“L’impegno de La città dei lettori è oramai chiaro: portare la lettura e il libro anche dove difficilmente le pagine raggiungono i lettori”. Così Gabriele Ametrano, direttore del progetto e presidente dell’Associazione Wimbledon APS. “Quest’anno tocchiamo 18 comuni della Regione Toscana, alcuni dei quali con meno di 2000 residenti e privi di librerie o attività connesse alla letteratura. È qui che l’attività de La città dei lettori diventa fondamentale. Portare un format oramai riconosciuto a livello nazionale e radicarlo nelle esperienze dei luoghi che ci accolgono attiva e consolida le buone pratiche culturali. Proporremo inoltre su ogni tappa del festival un approfondimento sulla fiaba con un percorso tematico dedicato: tornare alle origini della letteratura riportando il racconto orale nel nostro tempo, per celebrare Italo Calvino e il suo importante lavoro di raccolta delle fiabe italiane, ma anche per esplorare e conoscere le fiabe dei nostri giorni”. 

Collaborazioni con premi letterari e realtà culturali 

Torna il doppio appuntamento con la cinquina del Premio Strega, che sarà ospite della tappa fiorentina del festival per il primo incontro con il pubblico dopo la selezione (9 giugno). A seguire gli autori e le autrici in corsa per il riconoscimento saranno ad Arezzo dei lettori (24 giugno), e per le prossime edizioni è già in corso il lavoro per ospitare i finalisti e le attività dello Strega anche in altre città toscane. Arriva inoltre a La città dei lettori il Premio Italo Calvino, che grazie alla sinergia con L’indice dei libri del mese – media partner per quest’anno – in autunno porterà a Bagno a Ripoli il vincitore della 36/ma edizione del prestigioso concorso per esordienti e inediti (22 settembre). E ancora: prima volta anche per il Premio Letterario Chianti, che presenterà a Firenze il vincitore 2023 alla presenza del presidente Paolo Codazzi e del coordinatore del comitato tecnico Michele Brancale, in collaborazione con Associazione Culturale Stazione di Posta APS (11 giugno). Si terrà sempre a Firenze la premiazione della XXII edizione del progetto di educazione alla lettura Libernauta, dedicato a ragazzi e ragazze tra i 14 e i 19 anni (7 giugno). 

Le librerie saranno al centro di “Leggere in libreria, leggere librerie”, tavola rotonda in parthership con Testo [Come si diventa un libro], la fiera dell’editoria organizzata da Pitti Immagine e Stazione Leopolda, che vedrà l’intervento di librai e libraie con un focus specifico sugli specializzati –  dalla libreria antiquaria a quella di lingua straniera, fino alla libreria d’arte – con il coordinamento di Maddalena Fossombroni della libreria fiorentina Todo Modo (11 giugno, Firenze). 

Arte e letteratura: la programmazione di Scripta / En Plein Air, rassegna firmata dal critico d’arte e curatore Pietro Gaglianò, sarà per la prima volta ospite della manifestazione con un incontro su “Donna, razza e classe” (Alegre), il saggio di Angela Davis pietra miliare del femminismo moderno, alla presenza di Carmela Iziegbe e in collaborazione con The Recovery Plan, centro temporaneo dedicato alle culture afro-discendenti ideato da Black History Month Florence (7 giugno, Firenze). Insieme a Centro Pecci Books nasce poi Centro Pecci dei lettori, tre giornate all’interno del museo d’arte contemporanea pratese con una selezione di appuntamenti pensati per giovani lettori: da laboratori di illustrazione a incontri con i booktoker, da panel con autori under 25 ad approfondimenti sui manga. 

Si segnala il contributo di Fenysia Scuola di Linguaggi della Cultura, insieme alla quale si terranno il pomeriggio con la poetessa Vivian Lamarque (10 giugno, Firenze), oltre alla doppia iniziativa “Il piacere della lettura” (Pacini Fazzi), che riunirà gli autori partecipanti al libro con la moderazione del curatore del testo Pierpaolo Orlando (11 giugno, Firenze; il 1 ottobre, Lucca). 

Le celebrazioni e i ricordi 

La vita e la musica di Rosa Balistreri, cantautrice e cantastorie riconosciuta come una delle voci più intense e interessanti della canzone popolare italiana, oltre che una delle figure femminili più forti, sorprendenti e inesplorate del Novecento, sarà al centro di un omaggio musicale con protagonista Ginevra Di Marco nell’ambito della presentazione di “La mia casa è un’isola” (Giunti), biografia dell’artista a firma di Stefania Aphael Barzini (11 giugno, Firenze). 

“La luce nell’oscuro labirinto”: nei 400 anni dalla prima pubblicazione de “Il Saggiatore” La città dei lettori celebrerà Galileo Galilei con un’intera giornata dedicata alla scienza a cura della ricercatrice Lavinia Ferrone. Saranno presenti il neuroscienziato Giorgio Vallortigara con “Cervelli che contano” (Adelphi) in dialogo con Luca San Mauro, l’astrofisico Tommaso Maccacaro e lo storico Claudio M. Tartari con “Numeri visti di sbieco” (Edizioni Clichy), lo storico Massimo Bucciantini con “In un altro mondo. Galileo Galilei, Vincent van Gogh, Primo Levi” (Il Saggiatore) in conversazione con Fiorenza Toccafondi e l’immunologa e divulgatrice Antonella Viola con “La via dell’equilibrio” (Feltrinelli) affiancata da Lavinia Ferrone (8 giugno, Firenze). 

Sarà il ricordo di un uomo che ha fatto la storia della città di Firenze e della cucina italiana quello che Maria Cassi farà di Fabio Picchi. Le parole, i colori, gli odori e i sapori del visionario chef e promotore culturale tornano in una lettura inedita dedicata a Firenze, alle sue ricette e alle sue passioni tratta dal libro “Papale Papale” (Giunti). Lo spettacolo, dal titolo “Diavolacci”, costituirà l’anteprima di SALE Sant’Ambrogio in Festival, evento ideato e realizzato dal Teatro del Sale sempre per Fabio Picchi che si terrà nella settimana successiva all’appuntamento di Villa Bardini (11 giugno, Firenze). 

Alla memoria di Aldo Braibanti – scrittore, filosofo e poeta amato da Carmelo Bene, Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante, Alberto Moravia e Umberto Eco, interpretato da Luigi Lo Cascio nel recente film di Gianni Amelio che ne narra la controversa condanna al carcere per plagio – sarà intitolato “Il verso dimenticato del Signore delle formiche: l’animo e le poesie di Aldo Braibanti”, appuntamento con Gabriele Ametrano arricchito da letture teatrali di Claudio Suzzi (7 luglio, Montelupo). 

E ancora: compie due decenni “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire” (Bompiani), il romanzo autobiografico di Melissa Panarello, in arte Melissa P., caso editoriale nel 2003. Per l’occasione l’autrice incontrerà il pubblico in una presentazione vent’anni dopo (22 luglio, Monteriggioni). 

I progetti speciali firmati La città dei lettori 

Spazio a ragazze e ragazzi con “Io Leggo!”, progetto in collaborazione con la libreria Farollo e Falpalà per coltivare nei lettori più giovani la passione per libri e storie. Continuano poi gli ormai consolidati appuntamenti coi “Paesaggi letterari” sostenuti da Unicoop Firenze a cura di Serena Jaff e Francesca Ciappi: di volta in volta itineraria piedi alla scoperta dei luoghi del festival insieme agli autori che li hanno raccontati oppure esplorazioni dei territori letterari di scrittori e scrittrici rimanendo comodamente seduti e viaggiando sul filo delle parole. Per i lettori mattinieri tornano gli appuntamenti con “Esperienza book”, il format per cercare il benessere tra le pagine di un libro guidati dalla coach Raffaella Martinelli e seguiti da prima colazione. 

In partenza inoltre la seconda edizione del Premio La città dei lettori: al termine del festival gli oltre 700 iscritti ai 27 circoli lettura dei soci Unicoop Firenze voteranno, tra gli scrittori e le scrittrici partecipanti, il vincitore sia per meriti letterari che per empatia con il pubblico, che sarà annunciato a marzo 2024 insieme alle nuove date dell’iniziativa. Il riconoscimento prevede, oltre all’invito alla prossima edizione de La città dei lettori, un premio in denaro e un soggiorno presso una struttura di pregio nel territorio toscano. Con il sostegno e la collaborazione di Unicoop Firenze

Le sinergie con le realtà istituzionali 

Continua la collaborazione con Polizia di Stato, partita nell’ambito della prima edizione de La città dei giovani lettori, progetto che ha appena concluso la sua prima edizione dedicato alla letteratura per ragazzi. Oltre ad aver donato il patrocinio alle tappe fiorentine del festival, l’istituzione promuoverà ad Arezzo la presentazione del libro “Un poliziotto di nome Lele. Dedicato ad Emanuele Petri” (24 giugno). Si rinnova anche la sinergia con Fondazione Guido d’Arezzo e Casa Museo Ivan Bruschi per l’aretino e con la Fondazione Grosseto Cultura e il Polo Culturale Le Clarisse nel territorio grossetano, istituzioni che garantiscono l’ottima riuscita delle manifestazioni e le buone pratiche culturali sul territorio di appartenenza. 

I progetti con partner privati 

Grazie al sostegno e alla partecipazione di International Motors verrà proposto l’incontro “IMLuxuryTalks – nuovi linguaggi e codici del nuovo lusso attraverso le testimonianze d’imprese al femminile” che vedrà la partecipazione di professioniste donne a rappresentare il talento e il lavoro imprenditoriale nel mondo (7 giugno, Firenze). La linea di caffetterie specialty Ditta Artigianale e il suo co-fondatore Francesco Sanapo saranno protagonisti de “La fiaba del caffè”, un viaggio tra aromi con degustazione di tre tipologie di miscela (10 giugno, Firenze). Si consolida poi la partnership con IED Firenze, con la quale si struttureranno approfondimenti e incontri all’interno del programma. 

La rivista de “La città dei lettori” 

La rivista “La città dei lettori” festeggia la terza uscita cartacea e arriva in libreria il 16 maggio. 21 racconti, esperienze di lettura, consigli e aneddoti a firma degli autori che hanno animato le varie edizioni della rassegna, tutti da sfogliare.  

L’impegno ecologico e solidale 

Oltre ad essere uno dei primi eventi letterari italiani plastic free ed aver creato in collaborazione con Treedom una “foresta dei lettori”, vero e proprio bosco con l’obiettivo di abbattere la produzione di CO2 del festival, La città dei lettori continua a portare avanti il suo impegno solidale. Sulla piattaforma Produzioni dal basso tra pochi giorni verrà attivata la campagna per sostenere il festival e i progetti ad esso legati. Parte dei fondi raccolti serviranno a sostenere Busajo Onlus, con il suo lavoro di educazione e avvio al lavoro dei ragazzi di strada di Soddo, Etiopia. 

La città dei lettori è un progetto di Fondazione CR Firenze e Associazione Wimbledon APS 

Con il patrocinio di Ministero della Cultura, Polizia di Stato (nelle date fiorentine), Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze ed Estate Fiorentina (progetto cofinanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020), Comune di Arezzo, Comune di Bagno a Ripoli, Comune di Calenzano, Comune di Campi Bisenzio, Comune di Cavriglia, Comune di Grosseto, Comune di Impruneta, Comune di Lucca, Comune di Prato, Comune di Montaione, Comune di Montelupo Fiorentino, Comune di Monteriggioni, Comune di Piombino, Comune di Poggibonsi, Comune di Pontassieve, Comune di Vicchio, Comune di Volterra. 

Con il supporto e la collaborazione di Unicoop Firenze, Fondazione Guido d’Arezzo, Fondazione Grosseto Cultura, IED Firenze e Chianti Banca (per Centro Pecci dei lettori).  

Con la collaborazione di Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi, Palazzo Pfanner, Arci Villamagna.  

Con il supporto tecnico di Giunti al Punto librerie, Hotel Silla Firenze, Taxi Firenze 055 4390.  

In partnership con Patto Regionale per la Lettura Toscana, Centro per il libro e la lettura, Città che legge, Biblioteche Comunali Fiorentine, Biblioteca Città di Arezzo, Biblioteca di Bagno a Ripoli, Biblioteca Civica di Calenzano, Biblioteca di Pontassieve, Biblioteca di Poggibonsi, Premio Strega, Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Premio Italo Calvino, Premio Chianti, L’indice dei libri del mese, Accademia di Belle Arti di Firenze, Scuola Holden, Centro Pecci Prato, Scripta / En plan Air, Libreria Brac, SALE Sant’Ambrogio in festival, Teatro del Sale, Corri la Vita,  Polo Culturale Le Clarisse, Proloco Grosseto, Testo [Come si diventa libri], Libernauta, Jump, Ditta Artigianale, Fenysia Scuola di Linguaggi della Cultura, Associazione La scintilla, Associazione Interazioni Elementari, Libreria Farollo e Falpalà, La casa sull’albero, Libreria Lucca Sapiens, Libreria Liberocaos, Busajo ONLUS, Biro, Il Mignolo, Il Reporter, Lungarno. 

Per ulteriori informazioni www.lacittadeilettori.it 

Su FB: La Città dei Lettori  

Su IG: @lacittadeilettori #lacittadeilettori 

Su LI: La Città dei Lettori