“Ogni spirito profondo ha bisogno di una maschera”. Quel pensiero mi risuonava in testa da molti giorni. La frase, che intuivo essere ricca di significati, riusciva a essere fresca come l’insorgenza di un’idea ma finiva per rimbombare fastidiosa tra le pareti del cervello. Infine mi lasciava tregua per poi tornare con la stessa virulenza. Accompagnata da un sentimento d’ansia, si imponeva in modo insopprimibile e avevo fatto ricorso a diversi ansiolitici per cercare una via di fuga dall’ossessività del pensiero. Ero in un momento di tregua quando decisi di scendere nell’ampio giardino della villa in cui ero stato ospitato al solo fine di portare a compimento un lavoro di raccolta di memorie, una biografia di cui si era sentito parlare anche in alcune trasmissioni televisive di emittenti private locali.

Sandro Malucchi

Continuare a leggere su Eccocistore.it a questo link, dove potrai anche votare il racconto